Web radio: debutta iHeartRadio, calano le azioni di Pandora

Mentre i biglietti per l'iHeartRadio Music Festival del 23 e 24 settembre a Las Vegas sono andati esauriti (merito di un cartellone che include Black Eyed Peas, Coldplay, Jay-Z, Jane's Addiction, Alicia Keys, Lady Gaga, Jennifer Lopez e molti altri), la nuova e omonima Web radio lanciata da Clear Channel ha fatto il suo debutto negli Stati Uniti (la versione per iPhone sarà disponibile da lunedì, seguita a breve da quella per cellulari Android). A differenza del maggiore concorrente, Pandora, che limita l'ascolto (gratuito) a 40 ore al mese con tre spot pubblicitari all'ora, da qui a fine anno iHeartRadio non avrà limiti di accesso né interruzioni. Gli inviti alla versione beta vengono gestiti attraverso la pagina Facebook del servizio che, come anticipato, aggiunge a 800 stazioni radio in live streaming la possibilità di confezionare canali personalizzati partendo dal nome di un artista o dal titolo di una canzone, grazie alla tecnologia Thumbplay e ai sistemi di raccomandazione e music intelligence forniti da The Echo Nest.

L'esperienza d'ascolto, corredata dalla possibilità di esprimere giudizi (pollice in su o pollice verso) e di leggere i testi delle canzoni in tempo reale, è ovviamente arricchito da funzionalità social: l'ascoltatore può condividere canzoni e playlist attraverso Twitter e Facebook, ma anche vedere in tempo reale quali brani stanno ascoltando in quel momento i suoi amici.

Rispetto a Pandora, finora leader incontrastato del settore, Clear Channel parte con alcune funzioni in più (una barra di controllo permette di orientare la programmazione verso gli artisti preferiti o al contrario di esplorare repertori meno conosciuti) e due vantaggi: un'enorme base utenti via etere (237 milioni di americani) e un catalogo dieci volte più esteso (11 milioni di canzoni). I primi effetti si sono già fatti sentire: subito dopo il lancio del servizio, la quotazione in Borsa di Pandora è crollata dell'11 %. La guerra tra le due società, comunque (con possibili inserimenti di terzi incomodi come Slacker), è appena cominciata.

 

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.