Alan McGee shock: 'Il rogo ai magazzini della Sony-PIAS? Divertente'

Non nuovo a dichiarazioni al vetriolo, il fondatore della CreationAlan McGee ha definito "divertente" l'incendio - verificatosi durante le sommosse che hanno scosso la Gran Bretagna all'inizio di agosto - che ha distrutto il magazzino dove era depositata gran parte della produzione della Sony - PIAS. La tesi del discografico - che per primo mise sotto contratto band fondamentali del brit-rock degli ultimi vent'anni come Oasis, Super Furry Animals e Primal Scream - è stata esposta durante un convegno, il BigSound, che sta impegnando in questi giorni in Australia alcune delle figure più in vista sul panorama discografico mondiale: "Ho sentito che il magazzino della Sony-Pias è andato a fuoco: beh, credo di essere l'unica persona al mondo a pensare che tutto questo sia divertente", ha dichiarato McGee nel suo intervento, "Io più che un incidente lo considererei un buon risultato: in poche ore ci si è liberati di un sacco di musica di merda che nessuno avrebbe mai comprato.

Con tanto di rimborso dell'assicurazione, per giunta". MgGee, del resto, ha ammesso di non apprezzare affatto la musica contemporanea: "Davvero non mi piace la musica, oggi. Con la musica nessuno ne ha mai abbastanza. C'è un sacco di gente là fuori che suona e tutti vogliono essere considerati .Mick Jagger o Paul McCartney. Qualcuno ci casca anche, ma basta avere una certa età per capire che sono tutte stronzate, e che Jagger e McCartney ci sono già". La chiusura dello "speech" è stata riservata ai giovani ansiosi di lavorare nel mondo dello spettacolo: McGee ha giurato che non incoraggerà mai nessun giovane ad intraprendere una carriera nel music biz, alla luce soprattutto che la maggior parte dei suoi attuali dipendenti facciano uso di sostanze stupefacenti.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.