Caro-CD: il governo inglese indaga sul blocco delle importazioni

L’indagine della Commissione Europea sui prezzi dei CD (vedi news) sembra destinata a produrre effetti a catena: in particolare in Gran Bretagna, il maggiore mercato musicale del Continente, dove l’ufficio governativo per il “Fair Trading” ha cominciato a raccogliere informazioni dalle principali case distributrici per verificare se queste impediscano ai negozianti l’acquisto di prodotti di importazione a prezzi più economici da paesi dell’Europa continentale. “Stiamo cercando di capire se le società fanno pressione sui rivenditori affinché questi ultimi si rivolgano a grossisti britannici”, ha spiegato un portavoce dell’Office for Fair Trading ai giornalisti.
L’avvio dell’inchiesta è stato accolto con soddisfazione dalla locale associazione dei consumatori, secondo cui i prezzi dei CD nel Regno Unito sono da anni ingiustificatamente elevati. L’industria inglese è già uscita indenne nel 1994 da un’inchiesta relativa a presunte pratiche di fissazione dei prezzi condotta dalla Commissione Monopoli e Fusioni del governo, ma l’esito della vicenda non è scontato: se verranno ritenute colpevoli di avere violato le norme che tutelano la concorrenza, le case discografiche rischieranno una multa fino al 10 per cento del loro fatturato annuo, per un periodo massimo di tre anni.
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.