NEWS   |   Gossip / 29/08/2011

Addio all'autobiografia di Richard Branson della Virgin. E' bruciata

Addio all'autobiografia di Richard Branson della Virgin. E' bruciata


Richard Branson, il magnate del gruppo Virgin, stava lavorando alla sua autobiografia da quindici anni. Da oggi dovrà trovare altro da fare, oppure ricominciare a scriverla, perché tutto il materiale è bruciato. L'ha rivelato lo stesso imprenditore, 61 anni, che nel 1972 aprì la catena di negozi di dischi Virgin Records. Sir Richard, che cominciò a fare soldi con la sua prima uscita discografica, "Tubular bells" di Mike Oldfield, da alcuni anni possiede un'isola caraibica, Necker Island; ma il villaggio in legno che funge da quartier generale nei giorni scorsi è stato colpito da un fulmine ed è finito in cenere. In quel momento peraltro era ospite di Branson l'attrice Kate Winslet, che ha portato in salvo la novantenne madre dell'imprenditore. "Il mio ufficio era nella casa che è bruciata, e ho perso tutto quello che c'era dentro", ha detto Sir Richard Charles Nicholas Branson. "Era da un sacco di tempo che stavo scrivendo l'autobiografia, e se ne è andata. Quindici anni di appunti scritti a mano, di fotografie e così via. Avendo un business, abbiamo un meticoloso sistema di backup per cui pensavo che si fosse salvato tutto. E invece scopro che il backup era nella stessa casa. Tutto perduto. Ma che vuoi farci, cose che capitano: l'importante è poter contare sulla propria famiglia e sugli amici". Secondo la lista 2011 di Forbes, Branson è il quinto uomo più ricco della Gran Bretagna con un patrimonio stimato nell'ordine dei 3 miliardi di euro.
 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi