Debutta anche al cinema "The year of the horse", il documentario di Jim Jarmush su Neil Young

"The year of the horse", il film documentario realizzato dal regista Jim Jarmusch su Neil Young and Crazy Horse, presentato agli inizi dell’anno in chiusura del San Francisco International Film Festival, verrà adesso proiettato nei cinema degli States a partire da ottobre, anche se soltanto per un periodo di tempo limitato.

Si tratta del primo film-documentario mai realizzato su Neil Young, la cui carriera si dipana attraverso l’appartenenza a gruppi celebri come Buffalo Springfield e Crosby, Stills, Nash & Young, oltre che a straordinarie performances come solista. Da ricordare poi un episodio particolare come l’album "Mirror ball" in cui il rocker canadese è affiancato dai mitici Pearl Jam di Eddie Vedder. Il film sarà presentato il prossimo 4 ottobre in apertura del New York Film Festival, e un’entusiasta Jim Jarmush ha già provveduto a presentarlo ai media. "E’ come un piccolo sogno che si realizza", ha detto, "perché è da tanto tempo che sento di avere un mio rapporto speciale con la musica di Neil Young. Già mentre scrivevo la sceneggiatura di "Dead man" non facevo altro che ascoltare Neil e i Crazy Horse: aver lavorato con lui alla colonna sonora di quel film è stata una prima grande esperienza. Da lì è venuta l’idea di andare avanti e di fare un film documento su quella che io ritengo essere una delle più grandi realtà del rock americano, Neil Young & The Crazy Horse". La pellicola contiene materiale girato dietro le quinte del tour ’96 di Young & Crazy Horse, oltre esecuzioni dal vivo che vanno dal 1976 al 1996. Inoltre ci sono spezzoni filmati dallo stesso Young e risalenti al 1986, tratti dal film mai finito di Bernard Shakey, "Muddy track".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.