Jethro Tull: Ian Anderson disperato per il gatto

Jethro Tull: Ian Anderson disperato per il gatto

Il leader del gruppo inglese scrive sul sito ufficiale della band: “Il mio gatto preferito, Bhajee, è stato schiacciato da un’auto mentre ero in Brasile.

Mia moglie lo ha trovato in tempo per portarlo al Royal Vet. College Hospital dove è rimasto in cura intensiva per quattro settimane. Gli hanno ricucito gli organi interni lacerati dalle ossa che si erano rotte nell’impatto: mentre scrivo sembra avere buone possibilità di cavarsela. Se avete mai perso un cucciolo, sapete qual è la desolazione che un essere umano può provare… E’ quasi peggio che avere un parente in brutte condizioni, perché almeno con una persona si può comunicare. Il personale della clinica è gentilissimo, ci telefona tutti i giorni e ci tratta come adulti che capiscono quali sono i problemi del loro lavoro ma hanno rispetto del dolore altrui. Sarebbe bello che anche i dottori che si occupano di esseri umani avessero la stessa considerazione. I veterinari sono molto meglio”. Anderson comunque avverte i suoi fans: “Circa il 40% dei gatti muore sulla strada prima dei tre anni di vita. Meglio tenerli in casa prima di fidarsi a lasciarli andare. Noi abbiamo un giardino piuttosto grande con uno steccato, ma i gatti sono provetti scalatori e artisti dell’evasione. Ora installeremo 900 yarde di cavi radio in grado di segnalare i movimenti dei gatti, che tramite il collare riceveranno una lieve scossa elettrica quando usciranno dal perimetro loro concesso. Vi pare orribile? Meglio che morti. Vi farò sapere se funziona…”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.