Ugo Tognazzi sulla copertina del nuovo singolo dei Timoria

Ugo Tognazzi sulla copertina del nuovo singolo dei Timoria
Andrà in rotazione nelle radio e in vendita nei negozi il 2 febbraio “Sole spento”, primo singolo dei Timoria tratto dal nuovo album “El Topo Grand Hotel”, che uscirà invece il 16 febbraio. “Sole spento” trae spunto dalla lettera che un detenuto nel carcere di Brescia ha inviato al chitarrista della band Omar Pedrini, come egli stesso racconta a Rockol: “Una delle tante, perchè noi riceviamo molte lettere da detenuti. Abbiamo fatto un disco con alcuni carcerati di San Vittore e abbiamo suonato in diversi istituti di pena, compreso il carcere minorile Beccaria di Milano. Da allora molti ci scrivono per parlarci dei loro problemi, dandoci modo di discutere delle condizioni nelle carcerari italiane, del sovraffollamento e altre cose che ci fanno pensare. La chiave per scrivere questo brano mi è stata data dalle cose che trovo in comune con loro, nel senso che a volte mi sento in carcere anche io che sono fuori. Ho la sensazione che tutti stiamo aspettando qualcosa che non arriva mai e sempre più spesso ci chiudiamo da soli nelle nostre stanze, o nei nostri uffici con i computer. Si ha quasi paura di uscire. Chi non sta bene in quello che fa è un po’ come se fosse in carcere”. L’album si sviluppa attraverso luoghi e personaggi. Uno di questi è raffigurato sulla copertina di “Sole spento” e non è certo un personaggio immaginario; anzi, sembra proprio una faccia nota e Omar lo conferma: “Nel sogno narrato dall’album il direttore del Topo Grand Hotel è Ugo Tognazzi, quindi volevamo metterlo in copertina. Abbiamo contattato la famiglia, abbiamo parlato con Gianmarco, che abbiamo scoperto essere un nostro fan. Addirittura ha il link dei Timoria sul suo sito Internet! E’ quindi nata una situazione piacevole. Così abbiamo chiesto un fotogramma di un film, ma Gianmarco ha preferito darci una fotografia privata e quindi inedita di un backstage dal padre. Casualmente, quella che ci ha dato è una fotografia del 1971, anno in cui è ambientato “El Topo Grand Hotel”! Rappresentiamo quindi il “mondo” del nostro disco omaggiando un grande del cinema italiano un po’ dimenticato in patria, visto che due mesi fa c’è stato l’anniversario della morte di Ugo Tognazzi e nessuno ha programmato un suo film. Anche Ricky e Gianmarco non sono stati felici di questo”. Dal punto di vista musicale “Sole spento” è un po’ il brano di contatto fra il nostro futuro, che poi si sviluppa in “El Topo Grand Hotel”, e il passato. Quindi si parte dai Timoria classici per poi sviluppare tutto l’album sull’onda dell’influenza black”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.