Warner Music osservata speciale di AOL Time Warner: spende troppo

Sarebbero la divisione musicale Warner Music Group, quella cinematografica Warner Brothers Studios nonché le attività on-line di Time Warner le prime vittime designate dei “tagliatori di teste” incaricati di ridurre gli enormi costi operativi a carico della neonata AOL Time Warner. Lo sostengono fonti vicine al gruppo nordamericano, riprese dall’agenzia Reuters, secondo cui il nuovo colosso dei media si prepara ad assorbire sotto il capace ombrello di AOL i marchi e le attività più redditizie di cui Time Warner dispone sul Web. Allo stesso tempo, una politica più rigorosa di controllo dei costi è attesa nei confronti delle divisioni musicali e cinematografiche del gruppo, indicate tra le principali responsabili delle performance non entusiasmanti registrate sul mercato lo scorso anno. Per il resto, come già annunciato, i responsabili finanziari della corporation intendono contenere le spese integrando tecnologie e funzioni amministrative e riducendo gli organici in unità produttive come la tv via cavo CNN, dove i licenziamenti colpiranno 400 addetti. I tagli dovrebbero invece risparmiare l’altra emittente via cavo HBO nonché le pubblicazioni della divisione editoriale, considerate uno strumento di importanza strategica per lo sviluppo di promozioni incrociate con i servizi Internet offerti da America Online.
I vertici di AOL Time Warner hanno promesso agli investitori di Wall Street risparmi di costi per un valore di 1 miliardo di dollari; entro il 31 gennaio è previsto un incontro con gli analisti finanziari nel corso del quale verranno forniti maggiori dettagli sul modo in cui il gruppo intende perseguire l’obiettivo.
Music Biz Cafe Summer: le collecting e l'emergenza Covid
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.