L'avvocato di Puff Daddy chiede una pausa del processo

L’avvocato di Puff Daddy ha chiesto la sospensione delle sedute processuali che vedono imputato il musicista, da mercoledì (17 gennaio) al lunedì successivo, temendo un possibile inquinamento delle prove. L’avvocato Benjamin Brafman è preoccupato che il recente report pubblicato dal New York Daily News possa influenzare i giurati. Si è inoltre saputo di un’altra imminente pubblicazione con materiale che potrebbe determinare la decisione finale. L’accusa non si è opposta alla richiesta, ma il giudice Charles Solomon si esprimerà in merito solo alla ripresa dei lavori, e quindi mercoledì mattina.
Alla ripresa del processo, l’avvocato dell’accusa Matthew Bogdanos, si confronterà con i difensori di Shyne, l’altro rapper coinvolto nella vicenda (vedi news). In particolare si discuterà sull’ammissibilità agli atti processuali del test sulla presenza della polvere da sparo sulle mani degli imputati effettuato subito dopo la sparatoria al Club di New York. I risultati dei test non sono mai stati analizzati perché la polizia di New York tende a non considerali validi. L’accusa è della stessa opinione, i difensori di Shyne vorrebbero invece utilizzarli come prove.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.