Gli INXS assumono una donna al posto di Hutchence?

Gli INXS assumono una donna al posto di Hutchence?
Una notizia che farà rabbrividire tutti coloro i quali, e crediamo la maggior parte, compravano i dischi degli INXS od andavano ai loro concerti specialmente per sentire e vedere Michael Hutchence: il suo posto potrebbe andare a Suze DeMarchi, cantante dei Baby Animals. Il chitarrista Tim Farriss ha implicitamente ammesso il disagio della band, ma anche la necessità di dover tirare la carretta: “Sappiamo che c’erano un sacco di fan che erano megafan di Michael Hutchence, ed è comprensibile, però alla fine lui non è qui, noi sì, e dobbiamo tirare avanti”, ha detto. I Baby Animals erano un gruppo australiano di metà anni Novanta, scioltisi dopo un esordio promettente. A differenza di Terence Trent D’Arby e Jon Stevens, che si sono esibiti con gli INXS solo live, la DeMarchi potrebbe entrare nel gruppo in pianta stabile.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.