Usa: i costruttori di auto vogliono come rappresentante il capo della RIAA

Usa: i costruttori di auto vogliono come rappresentante il capo della RIAA

Dalla musica registrata alle automobili: secondo indiscrezioni raccolte e pubblicate sul sito Cnet dal giornalista Greg Sandoval, il chairman e ceo della Recording Industry Association of America Mitch Bainwol potrebbe lasciare il suo incarico per andare a guidare The Alliance of Automobile Manufacturers, associazione di categoria che sul mercato statunitense rappresenta case automobilistiche come Ford, General Motors, Chrysler e BMW. Una decisione in merito, scrive Sandoval, non è ancora stata presa ma le trattative sarebbero a uno stadio avanzato e Bainwol avrebbe già informato il cda della RIAA della possibilità di una sua imminente partenza.

Bainwol è a capo dell'organizzazione dal 2003, essendo succeduto a Hilary Rosen (la presidentessa di ferro che ha inaugurato la guerra senza quartiere al file sharing illegale). Considerato lui stesso un nemico giurato del p2p non autorizzato, si è distinto ultimamente per alcune operazioni di successo: in particolare la battaglia vinta in tribunale contro LimeWire e l'accordo con cui alcuni dei maggiori Internet service provider americani, tra cui Verizon e Comcast, hanno accettato di collaborare a un programma di risposta "graduale" al file sharing, raggiunto al termine di un'intensa attività di lobbying e di tre anni di estenuanti trattative tra gli stessi ISP, la RIAA e l'associazione dei produttori cinematografici MPAA.

Se Bainwol dovesse lasciare il suo incarico, scrive Sandoval, il più probabile candidato alla sua sostituzione sarebbe l'attuale presidente dell'associazione Cary Sherman, lui pure protagonista a pieno titolo delle trattative con i fornitori di accessi alla rete.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.