Sono di origine italiana i cybersquatter di David Gilmour

Sono di origine italiana i cybersquatter di David Gilmour
Piccola svolta nella intricata vicenda del chitarrista dei Pink Floyd e del sito davidgilmour.com, cui Rockol ha accennato nei giorni scorsi. Andrew Herman, indicato come il “cybersquatter” che aveva occupato il dominio per vendere merchandasing della band, si proclama innocente. Herman afferma di essere una vittima delle circostanze, e di chiamarsi in Ermanno Ceniccola (e qui, a noi italiani suona una sorta di campanello…). Ceniccola sostiene di essere stato usato come “prestanome” da parte di una società più importante, e ha spiegato al sito australiano “Undercover”: “Il mio ruolo nella vicenda è stato quello di registrare il nome per conto di alcuni investitori che mi hanno poi costretto ad affrontare le conseguenze legali della disputa. Dal momento che io mi occupo della parte tecnica del sito come webmaster, il mio nome risulta maggiormente coinvolto nella faccenda. Io non ho alcun ruolo di proprietario di nomi di siti Internet, ho solo registrato personalmente i domini, ma quella è una cosa tecnica”. Chi è allora il misterioso investitore che si nasconde nell’ombra? “E’ uno degli investitori che fanno capo alla società www.LogicMinds.com”. Colpo di scena finale: “Si chiama Dino Ceniccola”. Che altri non è se non il fratello di Andrew Herman. E dal quale è legittimo aspettarsi la prossima puntata…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.