NEWS   |   Pop/Rock / 30/07/2011

I Kings Of Leon gettano la spugna, Caleb Followill ubriaco in concerto

I Kings Of Leon gettano la spugna, Caleb Followill ubriaco in concerto

Ieri sera, a Dallas, i Kings Of Leon hanno gettato la spugna dopo che Caleb Followill, apparentemente ubriaco, a un certo punto del concerto non è tornato sul palco. Il gruppo fondato nel Tennessee, ed il cui ultimo album "Come around sundown" dell'ottobre 2010 ha conquistato il numero 2 nelle classifiche USA e il numero 1 in Gran Bretagna, ha dovuto abbandonare lo stage al nono brano in scaletta. Al Gexa Energy Pavilion della città texana Caleb ha detto al pubblico che sarebbe andato a vomitare, poi avrebbe agguantato un'altra
birra e infine sarebbe tornato sul palco per altre tre canzoni. Ma l'ultima intenzione non si è materializzata. Il bassista Jared Followill ha tentato di rabbonire il pubblico ululante dicendo che suo fratello -sposatosi lo scorso 12 maggio al San Ysidro Ranch di Montecito, California- non era "troppo a posto" per poter continuare lo show. "Pigliatevela con Caleb, mica con noi", ha detto il musicista. "Non so che dirvi. Non è colpa nostra, è colpa di Caleb. Non riesce a tornare per finire. Se ci odiate, vi capisco. Mi spiace veramente, andate a bruciare i nostri dischi del ca**o. Se potessimo ricominceremmo a suonare. Ci spiace veramente". Successivamente Jared, via Twitter, ha voluto nuovamente scusarsi per la figura rimediata dai KoL e ha spiegato che la band ha "dei problemi interni che devono essere risolti".





Contenuto non disponibile








Questa sera, birre permettendo, il gruppo suonerà a Houston. Esattamente un anno fa i KoL avevano abbandonato il palco dopo essere stati ripetutamente bersagliati, al Verizon Wireless Amphitheater di St. Louis, dagli escrementi di uno stormo di piccioni.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi