Placido Domingo presidente dell'IFPI: 'Mi batterò contro la pirateria'

Impegnata in una strenua lotta contro la pirateria digitale, la federazione internazionale dell'industria discografica IFPI cala a sorpresa l'asso dalla manica: annunciando la nomina a presidente del tenore (e star mondiale della musica) Placido Domingo, che in tale ruolo si prodigherà per promuovere presso le istituzioni e l'opinione pubblica mondiale lo sviluppo di un mercato legale e la tutela degli interessi di discografici e artisti minacciati quotidianamente dalle violazioni dei copyright (problema particolarmente sentito, tra l'altro, proprio nel suo Paese d'origine, la Spagna). "Ho raccolto qualcosa dalla generazione di artisti che mi hanno preceduto, e desidero spianare la strada a quelli che verranno dopo di me" ha spiegato il leggendario cantante subito dopo l'ufficializzazione della nomina. "I diritti degli artisti", ha proseguito, "necessitano di una protezione. Da solo non sarei riuscito a fare nulla. Ma quando i capi delle diverse major mi hanno contattato chiedendomi un aiuto, mi sono ricordato di quanto sono stato aiutato da loro durante la mia carriera. E ho anche capito che se la situazione non cambia, rispetto alla pirateria, i giovani artisti una carriera non riusciranno mai ad averla".

L'IFPI conta ovviamente di far leva sulla personalità, l'influenza e il grande prestigio internazionale di cui gode Domingo per convincere i grandi decision makers internazionali a tenere in maggiore considerazione le esigenze e gli interessi dell'industria musicale e degli artisti. "Ovunque mi troverò ad esibirmi mi renderò disponibile a diffondere il nostro messaggio e, nel caso di problemi urgenti, troverò il tempo di dedicarmici", ha assicurato il tenore, manifestando la sua preoccupazione ma anche le sue speranze per il futuro del music business: "Considerate una grande economia emergente come la Cina, che ha il potenziale per diventare il maggior mercato musicale del mondo. Eppure, oggi, se si pubblica un film o un disco, in meno di tre giorni sulle strade arriva la versione piratata. Da un lato dovremmo esserne felici perché, proprio per questo, c'è la speranza che la gente ascolti la nostra musica e che di conseguenza le attribuisca un valore diverso".

Uno dei primi impegni della nuova agenda "politica" di Domingo potrebbe riguardare la direttiva sul copyright in cantiere presso l'Unione Europea, e con cui i termini di protezione dei diritti d'autore potrebbero estendersi da 50 a 70 anni. Nell'esercizio delle sue nuove funzioni, l'artista spagnolo sarà affiancato dall'amministratore delegato Frances Moore. Già in passato l'IFPI si era avvalsa della collaborazione in veste di testimonial di artisti come Jean Michel Jarre e i Corrs; ma Domingo, sostiene la Moore, "è una persona capace di farsi ascoltare ai più alti livelli governativi. Lui e l'IFPI hanno interessi comuni. E sono pochissime le star internazionali, anche nel pop, che come lui sono conosciute in ogni angolo del mondo".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.