Citato in giudizio il boss del Glastonbury Festival

Michael Eavis, organizzatore del Glastonbury Festival, è stato citato in giudizio per aver venduto troppi biglietti all’ultima edizione della manifestazione. Si stima che al Glasto 2000 siano entrate circa 200.000 persone, circa il doppio del limite consentito. All’azione del Mendip District Council del Somerset, Eavis ha risposto ironicamente: “Dopo Roskilde, Notting Hill e Hillsborough credono che noi saremo i prossimi…”.
Altre nubi si presentano quindi all’orizzonte di uno dei festival musicali più importanti a livello mondiale. Come già riportato dalle news di Rockol, lo stesso Eavis aveva messo in dubbio l’edizione 2001 se Madonna non avesse accettato di suonare. I dubbi per la presenza della star riguardano il cachet proposto, inferiore alla sua solita richiesta.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.