Quentin Tarantino si allea con Madonna: faranno dischi insieme

Quentin Tarantino si allea con Madonna: faranno dischi insieme
Visto il successo riscosso dalle colonne sonore dei suoi film (solo negli Stati Uniti la soundtrack di "Pulp Fiction" ha venduto quasi 3 milioni di copie), Quentin Tarantino ha deciso di dare sfogo alla sua passione per la musica diventando a tutti gli effetti un imprenditore discografico.

Per lanciarsi nella nuova avventura il regista più celebrato del cinema Usa anni '90 ha scelto una partner d'eccezione, Madonna, alla cui piccola ma agguerritissima casa discografica, la Maverick, ha affidato il compito di promuovere e di distribuire i suoi dischi. L'etichetta, battezzata A Band Apart come la società di produzione cinematografica che Tarantino gestisce con Lawrence Bender (suo partner anche in questa iniziativa) pubblicherà d'ora in poi tutte le colonne sonore delle pellicole realizzate dal film maker italoamericano, ma potrebbe allargare il suo campo d'azione anche alle opere realizzate da altri cineasti, alle compilation e ai "comedy records" (dischi che contengono monologhi o canzoni interpretati da attori comici). Il debutto del nuovo marchio dovrebbe avvenire in dicembre, in occasione dell'uscita del nuovo lungometraggio di Tarantino, "Jackie Brown", una crime story che ha per protagonisti Pam Grier, Robert De Niro e Samuel L. Jackson (l'attore neroamericano di "Pulp Fiction").

Sul contenuto della colonna sonora circolano finora poche indiscrezioni: si sa soltanto che questa volta Tarantino ha rinunciato alla surf music per pescare nei suoi ricordi della musica americana degli anni '70.

Per la Maverick di Madonna e dei suoi partner Freddy DeMann e Guy Oseary, legata alla potente Warner Bros, l'accordo con la A Band Apart rappresenta un'opportunità ghiotta di entrare nel mercato delle colonne sonore, attualmente uno dei più redditizi negli Stati Uniti. I giornalisti specializzati americani tuttavia non hanno mancato di osservare che, alleandosi con l'etichetta di Madonna, Tarantino ha fatto uno sgarbo tanto alla Miramax (la società che ne distribuisce le pellicole e che è finanziata dalla Walt Disney, titolare di forti interessi nel campo delle colonne sonore) quanto alla Universal, la casa discografica che aveva pubblicato le soundtracks di "Reservoir Dogs" ("Le iene") e di "Pulp Fiction".


Il socio di Tarantino, Bender, ha tuttavia replicato di non avere ricevuto alcuna pressione da parte della Miramax e della Disney: "I dirigenti della Miramax hanno appoggiato pienamente la nostra mossa", ha detto Bender. "Anche loro sono in ottimi rapporti con Madonna e con i suoi partner".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.