USA: anche in rete primeggiano i rivenditori 'tradizionali'

Negli USA, lo shopping natalizio su Internet sta premiando i negozi e i megastore di fama consolidata sul mercato tradizionale, piuttosto che i negozi “virtuali” puri nati per effetto della new economy. Lo dicono le ultime rilevazioni effettuate dalla società specializzata Jupiter Media Metrix, secondo cui i marchi più popolari nel mondo “offline” primeggiano anche nel nuovo scenario elettronico: considerazioni valide anche per i siti che vendono prodotti musicali, tra cui è ColumbiaHouse, joint venture tra Sony e Warner, a mettere in cantiere il maggiore incremento di traffico sul suo sito nell’ultima settiamana (+ 38 %). In crescita anche le vendite della libreria on-line di Barnes & Noble (+ 28,7 %), mentre Amazon conserva il primato assoluto di sito e-commerce più visitato dai consumatori della rete.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Ghemon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.