Flippaut Alternative Reload, l'intervista ai Glasvegas

Il prossimo 12 luglio saranno sul palco del Flippaut Alternative Reload, in compagnia di Strokes, Verdena e molti altri. I Glasvegas, band scozzese fondata dai cugini James e Rab Allan, saranno uno dei nomi di punta del festival di Vigevano. Abbiamo raggiunto al telefono proprio James, chitarrista, cantante e principale compositore del gruppo. Il suo accento "scottish" è inconfondibile, in realtà non così semplice da capire. Ma ha da dire cose molto dolci, soprattutto nei confronti dell'Italia. "Siamo molto contenti di venire a suonare nel vostro paese, il vostro pubblico mi ricorda quello scozzese: passionale, rumoroso e spontaneo. Amo l'approccio che avete alla musica e alla vita".
La band porterà dal vivo le canzoni dell'ultimo disco "EUPHORIC /// HEARTBREAK \\\", il secondo della loro carriera. "E' come se stessimo imparando di nuovo le canzoni, giorno dopo giorno. Ogni pezzo cambia e cresce tutte le volte che lo suoniamo dal vivo. Ma quello che mi piace dei nuovi brani è che sono catartici, ti ci puoi perdere dentro". Ma cos'altro ci sarà in scaletta a Vigevano? La band suonerà anche una cover, ma James a sorpresa lascia a noi la scelta. E, quasi come una provocazione, gli chiediamo di suonare "Come as you are" dei Nirvana, apparsa come b-side nel singolo "Daddy's gone". James accetta con entusiasmo: "Non ci capita spesso di proporla dal vivo, ma ve la faremo sentire, lo prometto".
Dalla Scozia all'America: i Glasvegas faranno da apripista agli Strokes, un gruppo apparentemente distante dal loro genere. Eppure Allan si confessa un appassionato di Julian Casablancas. "Mi piacciono gli Strokes e le melodie che riescono a tirar fuori, mi capita spesso di trovarmi a canticchiare le loro canzoni. Apprezzo lo stile di Julian, soprattutto nel suo progetto solista `Phrazes for the Young´", confessa l'artista.
I Glasvegas ora hanno anche una nuova batterista, Jonna Lofgren. "Lei è svedese, all'inizio faceva quasi fatica a capirci quando parlavamo, ma poi siamo entrati in grande sintonia. Lei è un'ottima musicista, suona la batteria in piedi e questo le dà uno stile originale, ha la giusta attitudine per far parte della band".

Contenuto non disponibile


Nonostante il tour, Allan non smette mai di scrivere nuovi pezzi: "Io scrivo sempre canzoni, non sono un tipo da club o da pub: sto spesso per i fatti miei, magari resto nella mia camera d'albergo e mi metto a comporre. Quindi le idee vengono fuori di continuo", sostiene
 Alan McGee, fondatore della Creation Records e scopritore di tanti gruppi come Jesus and Mary Chain, Primal Scream e Oasis, è un grande amico dei Glasvegas e li ha scoperti quando erano ancora giovanissimi. "Lui veniva a sentirci suonare quando non eravamo ancora famosi: un giorno ad un nostro concerto a Glasgow c'erano venti persone. Lui era il ventunesimo. Dopo il concerto è venuto nel backstage per un drink: da quel momento è diventato un amico, una specia di angelo sulla mia spalla", spiega James.
Conclusa l'intervista, non resta darsi appuntamento a Vigevano, per vedere se i Glasvegas rispetteranno la promessa e ci suoneranno davvero "Come as you are".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.