Big 4, la diretta: l'intervista a Tom Araya degli Slayer

Big 4, la diretta: l'intervista a Tom Araya degli Slayer

Tom Araya, nonostante sia un eroe del trash metal, parla con una calma e dolcezza sorprendenti. Lo incontriamo nel backstage, abbronzato e tatuato come sempre, con il pizzetto sporcato da un leggero grigio incipiente. Tra poco i suoi Slayer saliranno sul palco, penultimi nella lista del Big 4, questo grande circo del trash metal del quale loro sono una colonna portante. "Mi piace suonare in questi festival grossi: era tempo che dovevamo fare questa cosa, ci avevamo pensato già 20 anni fa. Non ci sono molte band più grosse di queste nel metal", esordisce Tom. Ma ci si abitua a questi grandi spazi, oppure ogni tanto torna la nostalgia dei club? "Mi piacciono le grosse audience perché c'è così tanta gente che non puoi non esserne totalmente esaltato, ma anche i posti piccoli perché puoi vedere tutti. Comunque dalle dieci persone in su è sempre un grande show", confessa sorridendo.
I fan della sua band continuano a seguirli senza sosta, in modo molto fedele. Tanto che il 6 giugno è ormai diventato per loro il "Giorno internazionale degli Slayer". "E' una cosa dolce da parte dei nostri fan, ci apprezzano perché ci comportiamo da Slayer tutti giorni, non siamo mai ipocriti". Ma del nuovo album, cosa ci può dire Tom? "Sto scrivendo i testi, ma finché Jeff non si è ripreso vogliamo aspettare a scrivere gli arrangiamenti". Il chitarrista Jeff Hanneman infatti sta lottando contro la fascite necrotizzante al braccio, una rara infezione dei tessuti dovuta forse al morso di un ragno. "La cosa all'inizio era veramente seria", confessa Tom, "Lui ha rischiato la vita, ma ora sta molto meglio, si sta curando. Il dottore gli ha dato quattro mesi prima di riprendersi. Meno male che ora c'è Gary Holt a sostituirlo: è un amico, è un ottimo musicista. Ma a essere sincero ci vuole Jeff, mi manca un sacco, dovrebbe essere qui con noi".
A margine della chiacchierata, non manca perfino qualche confessione personale, come quando Araya racconta il suo passatempo preferito: guardare film horror e gore insieme alla moglie a casa: "Ne compriamo delle pile grandissime e poi li guardiamo insieme: o meglio, più sono schifosi e più funzionano", conclude. Ora è tempo di guadagnare i camerini, l'Arena di Rho attende gli Slayer sul palco.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.