E’ successo nel 2000: 26 febbraio

Sanremo: la parola alla giuria, esterna Mike Bongiorno (26 febbraio 2000)

Mike Bongiorno: “Sono qua come ospite, e non posso criticare. Rispetto ai Festival degli anni passati, quelli che ho presentato io, c’è meno rivalità fra i cantanti. Non ci sono più i ‘clan’ di una volta (quello di Claudio Villa, quello di Luciano Tajoli) che facevano succedere cose turche in platea. Semmai, adesso è il contrario, e fra il pubblico in sala si avverte una certa freddezza. Forse ormai mancano i divi, i personaggi di grande spicco. I cantanti di stasera sono tutta brava gente, ma nessuno di loro è capace di suscitare grandi reazioni emotive”.

Ancora Mike: “Un giudizio su Fabio Fazio? Guardandolo, vedo Mike Bongiorno prima maniera. Lui non è ancora uscito dalla prima fase della grande popolarità. E ha un pregio, che però è anche un limite: è troppo modesto, troppo discreto. Forse ha fatto qualche pausa di troppo, ma quando si presenta ci sono sempre problemi tecnici da coprire. E guardate che Fazio è un uomo di grande cultura: pochi sono come lui, credetemi”.
“Anche Jovanotti è una persona di cultura, e credo che abbia fatto bene a far conoscere a tanta gente, che mai ne aveva sentito parlare, un problema importante come quello del debito”.
“Sono esattamente tre anni che non sento, personalmente, la voce di Silvio Berlusconi: non ci chiama più. Adesso ci sono nuovi dirigenti, come il figlio; alcuni sono andati via (abbiamo perso Mario Brugola, l’ha guadagnato la Rai: è un personaggio straordinario), altri ci sono ancora… ma è tutto cambiato”.
“Vi suggerisco di eleggere Miss Sala Stampa, sarebbe un momento di divertimento e di leggerezza. Ci sono tante vostre colleghe carine!”.

“Con me come Presidente non si sgarra: non ho più niente da guadagnare né da perdere, e vi assicuro che guiderò questa giuria senza farmi influenzare da nessuno e da niente”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.