X Factor 5, Alessandro Cattelan: 'Ci avviciniamo sempre più al format inglese'

X Factor 5, Alessandro Cattelan: 'Ci avviciniamo sempre più al format inglese'

Via dalla Rai per approdare a Sky. Via Mara Maionchi, Anna Tatangelo, Elio ed Enrico Ruggeri per ritrovare i veterani Morgan e Simona Ventura (più altri due giudici per il momento non ancora confermati, anche se è sempre più certa la presenza dietro alla cattedra di Arisa). Via Francesco Facchinetti per fare posto ad Alessandro Cattelan. Sembra davvero tutto rivoluzionato ad X Factor, il talent show inglese approdato in Italia quattro anni fa e che quest'anno ritorna con otto puntate (in onda da novembre a dicembre) e quattro prime serate ad ottobre, in onda il giovedì su Sky Uno, durante le quali verranno raccontati i provini e le finali dei dodici selezionati: "Sono molto carico, non vedo l'ora di cominciare", ha dichiarato Cattelan, presentato oggi ufficialmente alla stampa, "Morgan è incredibile, è la forza e la linfa vitale del programma, la sua libertà non mi spaventa, è un valore aggiunto. Simona invece per me è una sicurezza, lavorando con lei per due anni a 'Quelli che il calcio' ho imparato molto, sarà importante per me lanciare un occhio in giuria e trovare quello della Ventura, sono certo che mi aiuterà". Si parla subito anche dei due giudici non ancora ufficializzati, anche se il nome di Arisa è sulla bocca di tutti (l'altro potrebbe essere Matto Maffucci degli Zero Assoluto, ma in conferenza non è stato nemmeno accennato): "Diciamo che mancano ancora un giudice e mezzo", scherza Cattelan, "ma sinceramente non so chi potrebbe essere. Se chiedete a me, mi piacerebbe ci fosse qualcuno di respiro internazionale, qualcuno che ha venduto o ha fatto vendere dischi all'estero. Non parlo solo di cantanti, ma anche produttori, discografici… diciamo qualcuno che stia in uno spettro tra Tony Renis e i Planet Funk, ma anche gli Afterhours mi vengono in mente". L'esclusiva del contratto discografico per questa quinta edizione è ancora della Sony Music, mentre non è ancora confermato che il vincitore del talent andrà di diritto al Festival di Sanremo come è accaduto per le due edizioni precedenti (Marco Mengoni e Nathalie): "A provinare i ragazzi che si presentano ai casting so che ci sono autori, addetti ai lavori e alla produzione e discografici, non solo della Sony, ma l'esclusiva discografica rimane a loro. Per quanto riguarda Sanremo invece, non è previsto che quest'anno il vincitore andrà di diritto al festival". Novità musicali, in questa nuova edizione, non ce ne saranno molte: "Difficile per me dirlo, visto che forse ne so meno di voi", scherza con la stampa il conduttore, "ma posso confermare che il programma andrà sempre di più ad aderire al format originale inglese e la formula sarà più breve e concentrata".

Contenuto non disponibile


"A parte gli scherzi, una vera novità musicale c'è", conclude, "i candidati nella fase finale delle selezioni non si esibiranno più a cappella davanti ai quattro giudici ma lo faranno in un teatro, con il pubblico, e con la base musicale. Stiamo lavorando molto anche sugli ospiti e negli anni passati X Factor ha visto molte star italiane e internazionali. Mi piacerebbe riportare gente come Francesco De Gregori e il mio amico Fabri Fibra, oppure mi piacerebbe avere un'occasione come quella avuta da Facchinetti di intervistare i Take That freschi di reunion con Robbie Williams".
E a proposito dell'ex conduttore, quali sono i rapporti di Cattelan con Facchinetti? "Non ci siamo ancora sentiti, non siamo grandi amici ma ci conosciamo e lo stimo molto. Quello che porterò a questa edizione sarà la mia esperienza musicale, mi fa piacere, dopo aver iniziato come vj su Viva - diventata poi All Music - ritornare a parlare di musica".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.