Pau (Jarabedepalo):'Duettare ti arricchisce umanamente e musicalmente'

Pau (Jarabedepalo):'Duettare ti arricchisce umanamente e musicalmente'

E' uscito in questi giorni "¿Y ahora que hacemos?", nuovo album di inediti degli Jarabedepalo. La band spagnola, capitanata da Pau Donés, contiene quattordici tracce, dal sapore spiccatamente rock, anticipato dal singolo "La quiero a morir", cantata insieme a Francesco Renga.

Rockol ha incontrato Pau per fare quattro chiacchiere con lui sul nuovo lavoro, sul suo rapporto con l'Italia e sui progetti futuri della band. "Ho deciso di intitolare il disco '¿Y ahora que hacemos?' perchè è una domanda che ricorre spesso nella mente e sulla bocca di tutti noi di questi tempi. E adesso che facciamo? il periodo che stiamo vivendo non è dei più facili, c'è ancora tanta crisi ovunque. Con i miei brani ho cercato di dare una risposta a questa domanda, ovviamente personale. Ho tentato di tirare fuori tutto ciò che ho dentro, come faccio di solito nei miei testi. Stavolta però, con i ragazzi, proprio per sottolineare il tumulto che è in noi, abbiamo voluto dare un'impronta fortemente rock. All'inizio l'idea era di creare dei pezzi lenti, soft ma poi non abbiamo resistito a rendere i brani più aggressivi. Ci siamo lasciati trasportare dal pensiero di dover suonare l'album sul palco:e chi resiste alla voglia di saltare con la chitarra e di divertirsi ballando tutti insieme?", afferma il cantante. Per il primo estratto dal nuovo disco, Pau ha scelto Francesco Renga, colpito dalla sua voce potente: "Francesco è un maestro, ha una voce fenomenale, proprio ciò che cercavo io per la versione italiana (la versione spagnola è cantata da Alejandto Sanz) . Ha curato lui la traduzione del brano. E' un artista pazzesco. Amo molto duettare, sia con cantanti internazionali che del vostro Paese. Ho cantato con Jovanotti, Niccolò Fabi, Fabrizio Moro ma anche con Alanis Morrisette, Ricky Martin e Celia Cruz, e da tutti loro ho imparato qualcosa di importante. Sono esperienze che ti fanno maturare artisticamente e personalmente. Sono molto legato all'Italia, è un po' come la mia seconda casa. Sarà banale, ma a parte la lingua, spagnoli ed italiani si somigliano molto. Abbiamo la stessa energia e la stessa voglia di vivere, oltre al medesimo amore per la musica", prosegue il cantante.




Pau, insieme agli Jarabedepalo, sarà ospite questa sera del live di Renga a Monza, ed in estate sarà in tour in Spagna e negli USA: "Stasera vedrete uno splendido concerto di Francesco, sarà accompagnato da un'orchestra di tenta elementi dal vivo. A dir poco spettacolare. Renga presenterà i suoi successi e ci saremo anche noi, duetteremo cantando il nostro brano, poi magari faremo 'La flaca' o 'Depende', vedremo. Surprise. Per il resto dell'estate saremo in giro per la Spagna e gli USA,vorremmo venire a suonare in Italia ottobre, Speriamo. Sul palco offriamo tanta buona musica, tanto ritmo e molto divertimento. Provare per credere", conclude Pau.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.