Concerti, Franco Battiato torna a 'Patriots': 'Un'invocazione adatta ai tempi'

Concerti, Franco Battiato torna a 'Patriots': 'Un'invocazione adatta ai tempi'

Per Franco Battiato "Patriots", anno di grazia 1980, fu il disco della svolta (verso il mercato "di massa"). E l'invocazione che dava il titolo al suo pezzo di apertura ("Up patriots to arms!") fu un grido forte e chiaro, poi rivelatosi buono per tutte le stagioni: tanto che il maestro siciliano ha deciso di riciclarlo per dare un nome e un senso al nuovo tour estivo articolato in 22 date che parte il 15 luglio dal Festival Rock in Roma, all'Ippodromo Le Capannelle, e si conclude il 15 settembre al Palaolimpico di Torino nell'ambito del Festival Settembre Musica (in mezzo anche una data al Teatro Ariston di Sanremo: "La mia punizione", scherza Battiato riferendosi ovviamente alla sua partecipazione all'ultimo Festival a fianco di Luca Madonia).
Il passato che ritorna? "Quella frase", spiega ai giornalisti, "è un invito a darsi una svegliata. E a quanto pare ce la siamo data; me lo hanno ricordato un paio di signore incontrate in questi giorni al supermercato. La canzone conteneva un messaggio piuttosto violento, esplicito. Ho voluto riprenderla per darle un senso sociale, più che politico. Sulle barricate e le rivoluzioni di piazza l'ho pensata spesso come Ionesco, che guardando le sommosse parigine del '68 dalle finestre dell'editore Gallimard apostrofava i tipi del movimento studentesco dicendogli che sarebbero stati i servi di domani. Ma stavolta no, aderisco con tutto me stesso alle proteste dei precari e degli studenti, di chi meriterebbe di avere un posto di lavoro e non ce l'ha".
Altre motivazioni? "Non vorrei sembrare venale", sorride, "ma devo dare da mangiare a chi lavora per me...E poi cerco di non ripetermi: dopo l'intimità delle mie ultime esibizioni volevo qualcosa di diverso. Uno show di rock 'tecnico', piuttosto che 'duro'. Con un quartetto d'archi, le tastiere, la chitarra ma anche una sezione ritmica, basso e batteria". "La differenza principale", aggiunge, "è che stavolta canterò in piedi, e che sul palco non ci saranno tappeti. Farò pezzi degli ultimi trent'anni, anche una nuova versione con un arrangiamento più ritmico de 'La cura'. Un'altra canzone senza età: sarebbe stata perfetta per la Grecia antica o la Roma del Basso Impero, non solo per quello che si vede in giro oggi".
Gli altri titoli? Viene in soccorso Pino "Pinaxa" Pischetola, fedele spalla presso il cui studio si stanno tenendo le prove: "Ci saranno 'Inneres auge', 'Auto da fé', 'Un'altra vita', 'Summer on a solitary beach'. Torneranno 'Shock in my town' e 'La ballata del potere', che da tanto non veniva eseguita in concerto".
E' solo una tappa, si capisce, nel percorso ellittico di un artista che ormai può permettersi qualunque cosa. "Riprenderemo le rappresentazioni dell'opera 'Telesio', penso l'anno prossimo, e a settembre inizierò a registrare le musiche con la Royal Symphony Orchestra. E poi c'è il film su Händel, a cui lavoro da un anno e mezzo. Una volta si permise di sgridare re Giorgio I perché era arrivato tardi a un concerto. Rischiò la decapitazione. Non era solo un genio, era una persona libera". 

Dall'archivio di Rockol - La storia di "Fetus" di Franco Battiato
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.