Warner Music, accordo con gli azionisti che contestavano la vendita a Blavatnik

Warner Music, accordo con gli azionisti che contestavano la vendita a Blavatnik

Il gruppo Warner Music ha firmato un protocollo d'intesa con i legali di Barbara A. Varipapa e di Derek Cournoyer, i due azionisti che separatamente e in date diverse (il 12 e il 19 maggio, rispettivamente) avevano innescato due class action contro il consiglio di amministrazione della major, accusato di avere violato il rapporto fiduciario e di avere venduto la società a un prezzo inadeguato e svantaggioso.

La firma della nota preliminare, secondo i documenti depositati dalla stessa Warner, risale all'8 giugno scorso ed è ovviamente condizionata al completamento del processo di acquisizione da parte di Access Industries; la compensazione a favore dei ricorrenti, la cui entità è ancora da negoziare, dovrà essere "equa" e comprendere la copertura delle spese legali. Il legale di uno dei due azionisti ha comunicato che il suo assistito è pronto, al momento del "merger", a depositare una notifica di rinuncia volontaria al procedimento, mentre l'altro ha fatto sapere di accettare i contenuti del protocollo. Di conseguenza, una volta effettuato il trasferimento di proprietà, i due processi avviati presso la Corte Suprema di New York dovrebbero essere archiviati.

Come noto, i due azionisti Warner avevano messo in discussione la regolarità della procedura d'asta che aveva assegnato la vittoria alla Access Industries di Len Blavatnik, a sua volta azionista e amico personale dell'amministratore delegato Edgar Bronfman Jr. Varipapa e Cournoyer avevano fatto notare ai giudici che il cda aveva preferito l'offerta economica avanzata dall'imprenditore di origine ucraina, pari a 3,3 miliardi di dollari, a quella proposta da Sony, Guggenheim Partners e da Ronald Perelman (MacAndrews & Forbes), 8,50 dollari per azione che innalzavano la valutazione della società a 3,5 miliardi di dollari.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.