La morte di Clarence Clemons: il ricordo di Rockol

La morte di Clarence Clemons: il ricordo di Rockol

 

Clarence Clemons è il secondo membro scomparso della E Street Band dopo Danny Federici, morto nel 2008. Nato a Norfolk, in Virginia, Clemons cominciò a suonare il sassofono a 9 anni, ricevendo per Natale lo strumento al posto del trenino che aveva richiesto. Appassionato di football, non riuscì a rispondere a una chiamata dei Cleveland Browns dopo avere militato con successo nel college di Maryland State a causa di un incidente automobilistico che gli precluse ogni possibilità di carriera professionistica. Cresciuto musicalmente a stretto contatto con il r’n’b, amava Junior Walker e King Curtis. Nel 1971, mentre suonava nel gruppo Norman Seldin & The Joyful Noise, conobbe Bruce Springsteen, allora promettente cantautore predestinato, ma già una star underground nel natio New Jersey: tra i due scattò immediatamente la scintilla che poi fece la storia del rock, Clemons, divenne “The Big Man” e nel 1973 entrò ufficialmente nella E Street Band partecipando al debutto, “Greetings from Asbury Park”, definendone il suono con il suo insostituibile sax (inconfondibile il marchio di fabbrica: l’assolo di “Jungleland”, in “Born to run”) e facendone parte  fino a quando Springsteen sciolse il gruppo nel 1989, dopo il tour di "Tunnel of love".



Contenuto non disponibile



Fu probabilmente il momento più duro della sua carriera, che Clemons descrisse così: “ Dopo che si è stati insieme 19 anni, è come se tua moglie venisse da  te e ti dicesse: ‘Voglio il divorzio’. ‘Ma perchè?!?’, ti chiedi. Ma poi cerchi di andare avanti con la tua  vita...”. Tra le sue esperienze esterne alla E Street Band, che si ricongiunse nel 1999, si ricordano quelle con Aretha Franklin in “Freeway of love”, quelle live con Grateful Dead, Jerry Garcia Band e Ringo Starr’s All Star Band, e collaborazioni con Roy Orbison e Jackson Browne.

 

Della sua relazione con Bruce Springsteen, Clarence Clemons disse: “ E’ la passione più forte possibile che si possa provare senza il sesso. E’ amore. Due uomini forti e molto virili che riescono a trovare quello spazio in cui lasci perdere la mascolinità per sentire la passione dell’amore, il rispetto e la fiducia”.

L’immagine di Big Man che ogni fan della E Street Band che abbia avuto la fortuna di assistere a più concerti del gruppo porterà con sé è probabilmente il culmine della presentazione della band che Springsteen rese un momento tradizionale e atteso del concerto.

Fuori dalla musica, invece, restano di lui soprattutto un leggendario cameo in “New York, New York” di Martin Scorsese (recitò la parte di un suonatore di tromba) e la sua autobiografia pubblicata nel 2009: “Big Man: Real life and tall tales”.

La sua ultima presenza discografica resterà ormai la recentissima partecipazione a “The edge of glory” di Lady Gaga.

Nel rendere omaggio a una figura importante nel rock degli ultimi 30 anni, tra le centinaia di saluti e commenti che si stanno accumulando su Twitter ma anche fuori dal mitico Stone Pony, scegliamo il saluto ufficiale di Bruce Springsteen. E ricordiamo quest’uomo di circa due metri per 140 chili, dolce, ironico e simpaticissimo, con una sua frase: “Con tutta la chirurgia che ho subìto, ormai non resta molto da operare. Sono totalmente bionico”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.