NEWS   |   Pop/Rock / 15/06/2011

Neil Young; 'Per il mio live anni '80 ho usato i filmati di Internet'

Neil Young; 'Per il mio live anni '80 ho usato i filmati di Internet'

Neil Young sale a cavallo dello "user generated content" (e così facendo salda in qualche modo il conto con i "pirati" che lo filmano e registrano senza autorizzazione): la porzione video del suo nuovo disco dal vivo "A treasure", ricavato dal tour che tra il 1984 e il 1985 fece da corollario all'album country "Old ways", è stata assemblata dal canadese selezionando su Internet materiale filmato e postato in rete dai suoi fans. L'esperimento gli è piaciuto così tanto che, ha anticipato in un'intervista concessa al sito Billboard.com., lo ripeterà in occasione delle prossime pubblicazioni di materiale d'archivio. E' quasi impossibile, ovviamente, trovare filmati corrispondenti alle performance documentate su disco, ma Young non se ne fa un cruccio: "Volevamo ricostruire l'esperienza nel miglior modo possibile, da un punto di vista storico e archivistico", ha spiegato. "Se vedo la band suonare una canzone e non si tratta della stessa versione, la sincronizzo comunque e cerco di fare in modo che la cosa funzioni, cosicché si possa avere la sensazione di quel che stava effettivamente succedendo in quel dato momento. Ora ho a disposizione tutti questi video di cose che risalgono a un sacco di tempo fa...posso sincronizzarle con le tracce musicali che ho in archivio per far viaggiare il pubblico indietro nel tempo. C'è qualcosa di bello, in tutto questo".

Nel caso di "A treasure", che include performance eseguite in compagnia di musicisti come il pianista Spooner Oldham, il violinista Rufus Thibodeux e lo steel guitarist Ben Keith (fu lui, con un suo commento, a suggerire il titolo del disco poco prima di morire nel luglio del 2010), alcuni dei filmati utilizzati mostrano una formazione differente e risultano incompleti, "rattoppati" con foto e immagini fisse dove la sequenza si interrompe. Il live, registrato ai tempi in cui il musicista venne citato in giudizio dalla Geffen che lo accusava di pubblicare ad arte dischi privi di potenziale commerciale e difformi dal suo caratteristico stile, contiene cinque brani mai pubblicati in versione di studio; altro materiale rimasto fuori per motivi di spazio, ha spiegato il musicista a Billboard, potrebbe essere incluso nel volume due degli "Archives" la cui pubblicazione è prevista nel 2012. Non si parla invece, per ora, di nuovi dischi di studio del canadese, il cui ultimo album "Le noise", prodotto da Daniel Lanois, è uscito nel settembre del 2010.



Contenuto non disponibile

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
BOB DYLAN
Scopri qui tutti i vinili!