NEWS   |   Industria / 15/06/2011

La guerra degli smartphones: Nokia chiude il contenzioso con Apple

La guerra degli smartphones: Nokia chiude il contenzioso con Apple

Si è chiusa la vertenza tra Nokia ed Apple, in lite dall'autunno del 2009 per questioni relative a brevetti industriali. Nell'ambito dell'accordo extragiudiziale firmato dalle parti, la casa di Cupertino si impegna a pagare una somma di denaro una tantum a saldo dei diritti pregressi e una royalty sulle licenze tuttora utilizzate: in sostanza, Nokia incasserà una quota sulla vendita di ogni iPhone, mentre decadono contestualmente le cause pendenti presso la US International Trade Commission.

Il contenzioso innescato dal produttore finlandese di telefonini riguardava, tra gli altri, alcuni brevetti relativi all'utilizzo della tecnologia touch screen sui dispositivi portatili e all'incorporazione di "app store" per il download di programmi aggiornati. Apple, dal canto suo, aveva controbattuto sostenendo che Nokia aveva copiato le caratteristiche del suo iPhone. Anche se l'entità della cifra liquidata dall'azienda americana non è stata resa nota, Nokia ha fatto sapere che la somma intascata influirà positivamente sui suoi risultati finanziari del secondo trimestre. "Siamo molto felici d accogliere Apple nel numero crescente dei licenziatari Nokia", ha commentato il ceo della società scandinava Stephen Elop, mentre l'analista Mikko Ervasti di Evli Bank ha osservato che l'esito della vicenda "è un'ottima cosa per un'azienda travagliata (come Nokia). Le royalties generate dai brevetti daranno una forte spinta al suo flusso di cassa".

Il mercato altamente competitivo degli smartphones è continuamente movimentato da liti relative a presunte violazioni di brevetti: la stessa Apple è in causa con la taiwanese HTC (che produce cellulari equipaggiati Android), mentre Microsoft ha portato in tribunale Motorola (anch'essa legata al sistema operativo di Google).