Molteno, Lecco: basta festival su Battisti, il Comune deve risarcire gli eredi

Molteno, Lecco: basta festival su Battisti, il Comune deve risarcire gli eredi

"Un'avventura, le emozioni", rassegna musicale dedicata a Lucio Battisti nata nel 1999 a Molteno (Lc), città dove il cantante ha vissuto gli ultimi anni della sua vita, non potrà più avere luogo: il Tribunale di Milano ha infatti condannato il Comune a risarcire il danno in favore degli eredi (moglie e figlio) di Lucio Battisti nonché in favore della Edizioni Musicali Acqua Azzurra S.

r.l. e della Aquilone S.r.l., società intestatarie dei diritti di utilizzazione economica delle opere dell'artista. Le motivazioni sono spiegate dall'Avvocato Simone Veneziano, legale degli eredi di Lucio Battisti: "Il Tribunale di Milano ha dichiarato che, organizzando dal 1999 la manifestazione, il Comune di Molteno ha violato i diritti personalissimi e patrimoniali degli attori. In particolare, il Tribunale di Milano ha accolto la tesi secondo cui nessuno può utilizzare il nome e l'immagine di una persona senza il suo consenso e men che mai può farlo dopo la sua morte contro la volontà dei suoi eredi, a nulla valendo che detta utilizzazione sia fatta con finalità commemorative. In concreto, il Tribunale di Milano ha ritenuto che il Comune di Molteno ha utilizzato il nome e l'immagine di Lucio Battisti non già per il semplice interesse collettivo ad una maggiore conoscenza del noto artista e della sua opera, bensì per finalità di propaganda politica e turistica".
La sentenza n. 7296 del 30 maggio 2011 del Tribunale di Milano è destinata ad estendere i suoi effetti oltre i limiti soggettivi del giudizio in questione.
La famiglia Battisti aveva già citato in tribunale il Comune di Molteno e gli organizzatori della manifestazione nel 2006. L'allora Sindaco di Molteno Ferdinando De Capitani e i famigliari del celebre cantautore scomparso nel 1998 si erano presentati davanti al Giudice La Russa del tribunale di Erba (Como) per decidere sull’annullamento della manifestazione: “Ci hanno citato in tribunale perché la famiglia sostiene di avere danni d’immagine”, aveva spiegato De Capitani cinque anni fa. I legali della famiglia Battisti si erano rivolti all’autorità giudiziaria chiedendo un risarcimento di oltre duecentocinquantamila euro per l’immagine distorta del loro congiunto che sarebbe stata prodotta dalla manifestazione.
Il tribunale di Erba aveva poi rigettato il ricorso presentato dalla famiglia Battisti ed il festival si è svolto regolarmente ospitando Morgan e i Dik Dik.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.