Cheryl Cole fuori da 'X Factor' USA ed UK. La verità finale di Cowell

Cheryl Cole fuori da 'X Factor' USA ed UK. La verità finale di Cowell

Simon Cowell, dopo essere rimasto insolitamente abbottonato per parecchi giorni, con qualche pubblicazione britannica che subito ha parlato di "mito infranto", ha finalmente detto la sua sulla doppia esclusione subìta dalla sua protégée Cheryl Cole. Per chi si fosse perso le puntate delle ultime settimane: Cheryl Cole, cantante molto popolare in Gran Bretagna ma praticamente sconosciuta negli USA, era stata presa per essere una delle conduttrici della prima edizione a stelle e strisce di "X Factor" che inizia nel prossimo settembre. Ma, per
motivi finora mai ben chiariti, la Fox, dopo averle fatto firmare il contratto e con qualche registrazione di prova già avvenuta, ha preferito scartarla. L'inattesa mossa nel Regno Unito ha quasi provocato sollevazioni popolari, forse per orgoglio patrio ferito; c'è chi affermato, tra
l'offeso, il divertito e il risentito, che la Cole non fosse stata presa perché in America nessuno capisce il suo inglese. La pernacchia finale è poi arrivata quando la versione UK di "X", dalla quale Cheryl proveniva, le ha chiuso la porta in faccia. E in mano si ritrova un pugno di mosche. Ora parla Cowell, il boss che ha fatto la fortuna di "X" tra i sudditi di Sua Maestà e che potrebbe fare altrettanto dall'altra parte dell'Atlantico. Il 51enne londinese, dando l'impressione di non poter essere franco come abitualmente è, probabilmente per questioni
contrattuali, di fatto ha scaricato la colpa su will.i.am (Black Eyed Peas). Il musicista è il manager di Cheryl per gli USA e Cowell ha lasciato intendere che, dopo aver rinnovato l'offerta ed essendo essa caduta nel vuoto, i produttori sono stati obbligati ad annunciare la sua sostituta. E cioé Nicole Scherzinger, la ex Pussycat Dolls. "La cosa più dura da accettare è che tutti mi hanno dipinto come un mostro", ha detto Cowell, "perché l'avrei messa in imbarazzo, ma la verità è che l'ho protetta. Voglio solo che le persone siano nel posto migliore nel
momento giusto. Conoscendo Cheryl come la conosco io, ho notato che era un po' più silenziosa del solito e non sembrava granché a suo agio, ma ho attribuito questa cosa al nervosismo. Come sensazione generale, è che in America fosse leggermente al di fuori della  sua
zona di sicurezza. Se avesse accettato la mia offerta avrebbe fatto un ritorno clamoroso e avrebbe capito che sarebbe stata meglio in Gran Bretagna che negli Stati Uniti. Sul piatto c'erano circa 2.800.000 sterline. E adesso mi si dice che ho licenziato qualcuno?". A condurre "X Factor" USA saranno Simon Cowell, Nicole Scherzinger, Paula Abdul e LA Reid.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.