EMI-Bertelsmann: incontro al vertice a New York

E’ ancora il sito FT.com del Financial Times a fornire nuovi dettagli e indiscrezioni sui negoziati in corso tra EMI e Bertelsmann, capogruppo di BMG, in vista di un possibile merger tra le due compagnie discografiche (vedi news). Il sito Web del quotidiano economico riferisce di un incontro avvenuto a New York nella giornata di martedì 14 novembre tra i numeri uno dei due gruppi, Thomas Middelhoff (Bertelsmann) ed Eric Nicoli (EMI), e il cui scopo sarebbe stato proprio quello di pianificare i contorni e i contenuti economici di un possibile accordo. Come già anticipato dallo stesso Financial Times, il progetto alla base delle discussioni tra i due gruppi prevede l’assorbimento degli interessi musicali di Bertelsmann/BMG nella EMI in cambio di una quota di maggioranza nel capitale di quest’ultima, quotata alla Borsa di Londra. A questo scopo, Bertelsmann dovrebbe pagare agli azionisti EMI un dividendo in contanti, ed è proprio sull’entità di questa cifra che Middelhoff e Nicoli starebbero cercando di accordarsi. Fonti vicine ai negoziati suggeriscono che l’offerta di Bertelsmann si aggirerebbe tra l’una e le due sterline per ogni azione EMI, per una somma globale equivalente a un massimo di 1,6 miliardi di sterline (oltre 5.148 miliardi di lire), anche se tutto dipende in ultima istanza anche dalla valutazione delle proprietà in mano a BMG. Secondo le stesse fonti l’offerta in questione, che assicurerebbe a Bertelsmann il controllo del 50,01 % della EMI, sarebbe stata accolta con interesse dai maggiori azionisti della major britannica: un accordo di massima tra i due gruppi potrebbe già essere raggiunto prima della fine della settimana.
Music Biz Cafe, parla Luca De Gennaro (Direttore VH1 Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.