Dave Clarke firma per la London Records di Pete Tong

Dave Clarke, produttore e DJ techno tra i più rispettati in Inghilterra, si riaffaccia sul mercato discografico, dopo tre anni di silenzio.
Clarke aveva pubblicato l’ultimo singolo (“Shake your booty”) nell’estate del 1997. Poi, a causa della chiusura della casa discografica a cui era legato (la DeConstruction), è rimasto “a piedi”. Quest’estate, grazie anche al successo di “The compass”, uno degli “anthem” dell’estate di Ibiza, è stato contattato da Pete Tong, che gli ha proposto un contratto discografico per la London, di cui Tong è direttore artistico.
Clarke ha già annunciato che l’album , il sequel all’ormai lontanissimo “Archive 1”, uscirà soltanto nel giugno del 2001. Nel frattempo Clarke continua a mantenere la sua “residenza” come DJ di uno dei club più chiacchierati d’Inghiltera, il Bugged out. Infine, Clarke ha registrato altri due brani inediti (“Before I was so rudely interrupted Pts 1 and 2”); saranno messi in vendita tramite internet, al sito www.i-crunch.com.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.