Alla EMI il 50 per cento del leggendario catalogo Jobete Music

"I Heard It Through The Grapevine" e "Tracks Of My Tears", "Stop! In The Name Of Love" e "You Are The Sunshine Of My Life", "My Girl" e "Baby Love".

Chi non le conosce? Sono solo alcuni dei preziosissimi gioielli del catalogo Jobete Music, la casa di edizioni musicali legata al periodo d'oro della leggendaria etichetta Motown e di artisti come Marvin Gaye, Diana Ross e le Supremes, Stevie Wonder, Smokey Robinson, Jackson 5, Temptations, Martha & the Vandellas e tantissimi altri. Un catalogo di 15.000 titoli, di cui da pochi giorni la EMI Music è diventata proprietaria al 50 per cento per la bella cifra di 132 milioni di dollari. L'accordo siglato fra il presidente della Jobete (e fondatore della Motown) Berry Gordy e la multinazionale britannica comprende anche gli altri cataloghi di proprietà del gruppo, Stone Diamond Music e Black Bull Music (quest'ultimo contiene tutto il repertorio di Stevie Wonder successivo al 1971) e riconosce a quest'ultima una prima opzione sull'eventuale cessione futura di ulteriori quote azionarie della società, oltre ai diritti di amministrazione dei suoi copyright sul territorio americano (la EMI è subeditore del catalogo Jobete negli altri territori-chiave a livello mondiale già da 15 anni). Il giro d'affari annuo della Jobete è stimato in circa 50 milioni di dollari, con profitti che si aggirano intorno ai 18 milioni di dollari: la EMI Music, grazie alla commissione che le spetta per l'amministrazione dei diritti editoriali, incasserà ogni anno oltre la metà di questa somma. Per Marty Bandier, presidente della EMI Music Publishing, l'acquisto di metà della Jobete Music equivale al coronamento di un sogno a cui già due volte in passato, quando lavorava in tandem con Charles Koppelman, era andato vicino. Negli ultimi anni ci avevano provato in molti, a convincere Gordy a cedere il suo piccolo impero editoriale: fra questi anche una cordata fra CBS Records e Michael Jackson, nel 1989. E ora il fondatore della Motown (ceduta alla MCA nel 1988, e acquistata dalla PolyGram nel '93) ha ceduto alle lusinghe delle major multinazionali. Diversi osservatori hanno interpretato l'accordo con la EMI Music come un'ulteriore sconfitta per l'imprenditoria musicale indipendente. Ma Gordy ha motivato la sua decisione con il desiderio di abbandonare gli aspetti più noiosi e burocratici del business per potersi dedicare nuovamente all'attività creativa (il manager di Detroit aveva esordito circa quarant'anni fa come autore di canzoni per Jackie Wilson): tra i suoi progetti imminenti, ha rivelato, ci sono una nuova collaborazione musicale con Smokey Robinson e la coproduzione in compagnia di Dick Clark e di Andre Harrell (il nuovo boss della Motown) di un musical che porterà il titolo di una sua composizione, "Do You Love Me" e ripercorrerà sui palchi di Broadway la stagione più gloriosa della storica etichetta di Detroit.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.