Bertelsmann azionista di maggioranza di Napster?

Emergono ulteriori dettagli sull’accordo tra Napster e il gruppo Bertelsmann, annunciato ai media di tutto il mondo lo scorso 31 ottobre (vedi news). Secondo fonti internazionali ufficiose, il finanziamento concesso dal gruppo tedesco alla società californiana sarebbe di 50 milioni di dollari (circa 112 miliardi di lire, al cambio attuale), denaro che la Web company americana dovrebbe utilizzare per sviluppare un sistema di “file sharing” e di distribuzione musicale on-line che garantisca la protezione dei diritti e la remunerazione dei titolari dei copyright, etichette, artisti, autori e editori musicali. In cambio del credito concesso, Bertelsmann avrebbe ottenuto un’opzione di acquisto del 58 % di Napster, di cui diverrebbe dunque azionista di maggioranza.
Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.