UK, il dj Pete Tong rilancia (con Warner) l'etichetta FFRR

Pete Tong,  guru intoccabile della dance music britannica, torna a fare il discografico: in collaborazione con Warner Music UK il cinquantenne dj e programmatore radiofonico inglese ha deciso di resuscitare la FFRR (l’acronimo sta per Full Frequency Range Recordings), etichetta da lui fondata nel 1986 come sussidiaria della London Records e che, tra la fine del decennio e gli anni ’90, conseguì grande successo commerciale con un roster misto tra pop, dance ed elettronica che comprendeva All Saints, Carl Cox, Armand Van Helden, Artful Dodger, gli Orbital, i Bronski Beat e i Fine Young Cannibals  (oltre a Jay-Z, Salt’n’Pepa e altri artisti americani in licenza dagli Stati Uniti). Tong, che si avvarrà della collaborazione  di Andy Thompson (A&R conosciuto quando entrambi lavoravano alla London), assumerà la direzione artistica del rinato marchio lavorando a fianco dell’amministratore delegato di Warner UK Christian Tattersfield (un’altra sua vecchia conoscenza). “Sono entusiasta di lavorare nuovamente in prima linea come A&R”, ha dichiarato in un comunicato. “Quello che stiamo vivendo è un momento molto eccitante per lo sviluppo di nuovi artisti e la musica in generale, e penso di poter dare un contributo positivo”. “La dance”, ha aggiunto Tattersfield, “è un genere in costante ridefinizione;  una personalità del calibro di Peter, che ne incarna al meglio lo spirito dinamico e sperimentale, sarà dunque un asset di enorme importanza per la nostra società e i nostri artisti”.

I primi artisti della nuova FFRR sono i Paper Crows, un duo di musica elettronica di base a Londra che pubblicherà il suo album di debutto nel corso dell’anno.

     

 

 

Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.