Cresce in America il commercio dei CD usati

La vendita di CD usati si è trasformata in un business non indifferente per molti negozi americani. Lo rivela per la prima volta un rapporto dell'associazione nazionale dei commercianti di dischi (NARM), secondo cui il commercio di CD usati nel solo 1996 ha generato un fatturato di circa 174 milioni di dollari, pari all'1,2 % del giro d'affari complessivo realizzato dai dettaglianti americani e al 2 % delle vendite di supporti preregistrati: più dei CD singoli e dei nastri vergini audio/video che fanno tradizionalmente parte dell'assortimento di ogni punto vendita specializzato.

In Italia, invece, il commercio di CD usati stenta a decollare: colpa delle complicazioni burocratiche e della rigida regolamentazione legislativa che impone l'obbligo del bollino Siae su tutti i supporti di suono (LP e CD) oggetto di compravendita fra privati.
Una peculiarità tutta italiana che fino ad oggi ha condizionato pesantemente lo sviluppo di questo mercato: di fronte al rischio di incursioni indesiderate da parte della Finanza, di sequestri e di procedimenti giudiziari, molti negozianti italiani preferiscono per il momento rinunciare a un'attività commerciale che anche da noi potrebbe avere potenzialità molto interessanti. E nessuno, data la confusione che regna nel settore, si sente di dargli torto.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.