Daniel Kessler (Interpol):'il primo live? ho rotto 2 chitarre.Inizio memorabile'

Daniel Kessler (Interpol):'il primo live? ho rotto 2 chitarre.Inizio memorabile'

Gli Interpol saranno in Italia per due date del loro tour europeo.

La band capitanata da Paul Banks, dopo l'entusiasmante live dello scorso novembre a Milano, si esibirà all'Atlantico Live di Roma il 30 maggio e il 10 giugno all'Heineken Jammin Festival di Mestre (VE), insieme a Negramaro, Fabri Fibra, Beady Eye ed Echo & The Bunnymen. Rockol ha raggiunto Daniel Kessler, chitarrista degli Interpol, per fare quattro chiacchiere con lui riguardo il tour estivo, la fine della collaborazione con David Pajo e i progetti futuri della band. "Dopo l'uscita del nostro quarto album siamo stati praticamente sempre in tour. Non ci siamo mai fermati da allora, abbiamo macinato un sacco di miglia. Siamo stati in concerto in Europa e abbiamo toccato anche Milano, è stato un concerto davvero intenso, il pubblico era meraviglioso, carico e coinvolto. Ora siamo alle prese con la date estive e siamo molto contenti di tornare in Italia. Saremo prima a Roma, poi a Mestre, ci tenevamo ad esibirci di nuovo nel vostro Paese, ci lascia sempre ottime sensazioni", ha dichiarato l'artista. Gli Interpol, orfani di Pajo, hanno scelto un altro bassista che li accompagnerà nelle prossime esibizioni dal vivo: "David (Pajo) ci ha lasciato per dedicarsi alla famiglia. Ha messo da poco 'radici' ed è giusto che riversi tutte le sue energie per sostenere e proteggere questo nucleo appena nato. Suonare con lui è stata un'esperienza che ci ha dato molto a livello musicale, è un musicista ottimo ed una grande persona. Ora, ci sta seguendo, in questo tour, Brian Truex, un bassista davvero talentuoso, oltre che un amico da anni. Per adesso siamo in fase sperimentale, vedremo come si evolverà prossimamente con lui il sound della band", prosegue Kessler. Il chitarrista ci ha raccontato delle sue sensazioni sul palco e ci parlato dei suoi ricordi del primissimo concerto degli Intepol e della futura partecipazione, insieme al gruppo, all'Heineken Jammin' Festival: "Esibirsi davanti ad un pubblico è sempre emozionante. Non importa quante volte lo hai già fatto prima. Ogni volta è una scarica elettrica che ti percorre tutto il corpo. Mi faccio guidare molto dalla musica e dalle emozioni del momento quando suono dal vivo. Non mi piace rimanere fermo al mio posto, mi muovo lungo tutto il perimetro dello spazio a disposizione ed il 'passo incrociato' che mi caratterizza durante le performance è totalmente naturale, lo posso giurare. Più sono cariche le persone che ci vengono a vedere più noi assorbiamo energia, Non è mai bello vedersi davanti dei ragazzi catatonici, a noi arriva la sensazione di essere gelidi e l'esibizione poi, di riflesso, assume freddezza. Decidiamo tutti insieme la scaletta del concerto, che cerchiamo di cambiare in ogni città, soprattutto se in quel determinato posto ci siamo esibiti più volte. Abbiamo delle canzoni a cui siamo più affezionati ma facciamo in modo di inserire nella setlist i brani che i nostri fan amano cantare con noi. Siamo davvero curiosi di vedere che aria si respira all'Heineken Jammin' Festival. E' la nostra prima volta in quel contesto e la prima volta che partecipiamo ad un festival italiano. Siamo molto entusiasti all'idea. Suonare in festival è molto diverso dall'esibizione in un club, nel quale di solito suoni solo tu e per più tempo. L'atmosfera dei festival, però, è molto più libera e rilassata. Il palco, come ho già detto, fa sempre molto effetto. Mi ricordo il mio primissimo concerto con gli Interpol: ero a dir poco terrorizzato. Ho sbagliato quasi tutto e ho rotto ben due chitarre. Non c'è male come inizio, direi", afferma il musicista.



 

In questo momento gli Interpol sono concentrati sul loro tour e non hanno ancora pianificato nulla per il nuovo album: "Siamo ancora troppo presi dai concerti per pensare ad un nuovo disco. Io. poi, riesco a scrivere difficilmente quando siamo in giro, gli alberghi non sono una grande fonte di ispirazione. Credo che, appena termineremo le date, ci prenderemo una vacanza, giusto per riprenderci un attimo. Poi si vedrà", conclude Daniel Kessler.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.