Web radio, Slacker punta sull'on-demand

Web radio, Slacker punta sull'on-demand

Lanciata nel difficile inseguimento di Pandora (che vanta oltre 80 milioni di utenti registrati contro i suoi 25 milioni), la Web radio statunitense Slacker punta ora sull’on-demand, affiancando all’offerta gratuita (“preconfezionata” e finanziata dagli spot pubblicitari) e a quella “Plus” (streaming senza interruzioni pubblicitarie per 3,99 dollari al mese) una opzione “Radio Premium”, disponibile via Web browser e applicazioni mobile per iPhone, iPad, iPod Touch, smartphone Android e BlackBerry). In cambio di un canone mensile di 9,99 dollari, l’utente ha modo di gestire autonomamente e “a richiesta” un catalogo di circa 8 milioni di canzoni, aggiungendo le proprie playlist ai canali radio configurati dallo staff; e di esplorare le pagine artisti alla ricerca di informazioni biodiscografiche, di canzoni e di album ascoltabili per intero e memorizzabili su dispositivi portatili per l’ascolto offline (un software di raccomandazione permette inoltre di scoprire artisti simili inclusi nel programma).

“I consumatori non amano starsene a battere continuamente sui tasti del computer: e questo è il motivo per cui la maggioranza dei servizi on-demand finora non ha avuto successo”, ha dichiarato il ceo di Slacker, Jim Cady, a Billboard, sostenendo che il suo servizio è una via di mezzo tra il modello tradizionale e l’offerta di un’emittente satellitare come Sirius. “Per qualcuno”; ha aggiunto, “è importante avere un controllo completo della nuvola. Ma la maggior parte si accontenta di scegliere qualcosa e di suonarlo”. Secondo Cady, Slacker può già contare su alcune centinaia di migliaia di abbonati a pagamento, il cui numero cresce al ritmo di oltre 2.000 a settimana.

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.