Baseballs: 'Un disco che profuma della calda estate USA degli anni Cinquanta'

E' uscito in questi giorni il nuovo album dei Baseballs, intitolato "Strings 'n' stripes".

Sam, Basti e Digger, alla loro seconda prova in studio, dopo "Strike", pubblicato lo scorso anno in Italia, ritornano con il loro sound rockabilly e le cover di brani contemporanei, rivisitati con melodie anni Cinquanta. Rockol ha incontrato il trio tedesco per fare quattro chiacchiere sul loro nuovo lavoro, sulla loro passione per lo stile 50s e sui loro progetti futuri. "Abbiamo scelto di intitolare il disco "Strng'n'stripes" perchè volevamo avesse un sapore molto estivo. Lo shooting dellì'album ed il video del nostro primo singolo sono stati entrambi ambientati in America e, nonostante fosse febbraio, il sole era talmente brillante e caldo ad L.A. in quel periodo che lo abbiamo associato subito all'immagine di estate che abbiamo sempre avuto in mente. la calda estate degli anni Cinquanta. Mentre ci trovavamo negli USA per lavoro, abbiamo di certo visto tantissime bandiere a stelle e strisce ma sarebbe stato troppo facile intitolare il disco "Stars'n'stripes". Avrebbe avuto un suono troppo patriotico, noi non siamo americani, siamo di Berlino. Per cui abbiamo cercato di rivisitare tutti questi concetti a modo nostro e unirli in un titolo, ed è venuto fuori 'Strings'n' stripes', una sorta di gioco di parole", afferma Digger. "I brani dell'album sono stati scelti tutti insieme ascoltando pezzi alla radio quando siamo in auto o guardando video musicali alla televisione", prosegue Sam, "cerchiamo sempre di selezionare i brani a seconda di come potrebbero suonare nel "mood" anni Cinquanta, ovvero trasponendo la canzone nella nosta versione 50's. Ad esempio, Basti ha avuto l'idea di rivisitare in versione rock "Born this way" di Lady Gaga. Ci siamo confrontati con la nostra band, composta da ottimi muscisti, ed è venuta fuori una canzone davvero forte. Certo, a volte la nostra idea di rivedere i brani funziona, altre volte, provando, ci accorgiamo che non funziona, ed è meglio lasciarle nella versione originale"."'Candy shop' è la prima canzone rap che abbiamo tentato di rivisitare in versione rock ed è stato abbatanza complicato trasformare le rime nella melodia che avevamo in mente di comporre. 50 Cent rappa, e lo fa iin maniera 'sciolta'. Provare ad estrane una melodia è stata una vera impresa ma ce l'abbiamo fatta", dice soddisfatto Basti. .




I Baseballs amano il rock, il vintage e gli anni Cinquanta sin da ragazzini e vogliono trasmettere questo amore ai loro coetanei, come ci raccontano: "Ascoltiamo il rock da quando siamo piccoli.

Siamo partiti come ascoltatori 'ingenui', non davamo peso al messaggio, ma alla melodia, al ritmo. Ci piaceva quel sound perchè ci faceva ballare. Questo lo abbiamo conservato. Non abbiamo mai abbandonato la sensazione di gioia e di allegria che il rock porta con sè quando lo ascolti. I nostri eroi sono Elvis, che ha saputo trascendere le epoche ed evolversi sempre, Jerry Lewis, Lou Richards, artista di colore apprezzatissimo dai bianchi, ed il leggendario Buddy Holly. Quando abbiamo fondato la band, il nostro obiettivo era riportare ai giovani il vero rock'n'roll. Ascoltiamo questo genere musicale fin da bambini, probabilmente avevavo cinque o sei anni, ed è proprio questo che ha influenzato il nostro stile musicale Da ragazzini, i nostri coetanei adoravano i gruppi pop, tipo i Backstreet Boys e noi continuavamo ad ascoltare il rock. Quando ci siamo incontrati a Berlino ci siamo detti: 'Ok amiamo il rock, è il rock che vogliamo fare, facciamolo ascoltare di nuovo ai ragazzi e alle ragazze'. Riportiamo quelle melodie nei club e le facciamo ballare alle nuove generazioni. I nostri concerti sono delle vere feste, provare per credere", conclude la band. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.