Arrestato il presidente di Liquid Audio Japan

Finiscono sulle pagine di cronaca nera le vicende di Liquid Audio Japan, emanazione nipponica della azienda americana titolare del sistema omonimo, alternativo all’MP3, che consente di comprimere i brani musicali in formato digitale per la distribuzione in rete. Il presidente della società Masafumi Okanda e altri quattro uomini sono stati arrestati dalla polizia giapponese mercoledì scorso, 25 ottobre, con l’accusa di avere rapito e tenuto sotto sequestro un ex dirigente dell’azienda che stava per lanciare un’iniziativa concorrente negli Stati Uniti. Quest’ultimo sarebbe stato rinchiuso per due giorni in un hotel di Tokio, bendato e ammanettato, prima di essere liberato in una foresta nei paraggi della metropoli. Okanda, che all’epoca dei fatti (giugno 2000) non era ancora presidente di Liquid Audio Japan, si dichiara innocente, mentre i portavoce di Liquid Audio in USA precisano di non avere alcun potere di controllo sulla società, di cui detengono meno del 7% del capitale. D'altra parete, non è esente da conti in sospeso con la giustizia neppure lo stesso funzionario rapito, a sua volta condannato e arrestato per attività di pirateria informatica a danno del suo precedente datore di lavoro.
Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.