NEWS   |   Pop/Rock / 14/05/2011

Soundgarden: la reunion è avvenuta 'per caso'

Soundgarden: la reunion è avvenuta 'per caso'

Il 2 gennaio 2010 Rockol riportava in questi termini la prima grande notizia di quell'anno: "Buone, anzi ottime notizie per i fan dei Soundgarden che non avevano mai spesso di sperare in una reunion della band dopo lo scioglimento del 1997. Il gruppo, a quanto pare, ha deciso di riprendere le attività e il sito ufficiale di Chris Cornell annuncia l'avvenimento così: 'L'interruzione durata 12 anni è finita, si torna a scuola. Iscrivetevi. I Cavalieri della Tavola Soundonda tornano in pista'. La line-up comprenderebbe, oltre a Cornell, Kim Thayil, Ben Shepherd, mentre non si sa cosa farà Matt Cameron, attualmente nei Pearl
Jam. Recentemente il frontman, che da solista ha pubblicato  tre album più altri tre con gli Audioslave, non aveva escluso la ripresa delle attività, salvo poi affermare anche che una reunion era fuori discussione". Da allora di acqua ne è passata sotto ai ponti: è stato annunciato il primo tour dopo tredici anni e il nuovo disco, allora una misteriosa entità vaporosa, inizia a solidificarsi in quanto, come riportato nello scorso febbraio, "la band è attualmente al lavoro su brani inediti che molto presto potrebbero trovare spazio su un nuovo album". Oggi arriva la conferma, per così dire, definitiva. Sentito dalla Reuters, il gruppo si dice effettivamente all'opera su una prova di studio. E il cinquantenne Kim Thayil aggiunge che le cose hanno cliccato praticamente per caso: l'annuncio di Cornell del gennaio 2010 era in realtà molto più da intendersi come il rilancio del sito del gruppo e della ripresa del merchandising che come reunion vera e propria. Anzi, fino a quel giorno di rientro in pista se ne era parlato ben poco. Ma poi, bombardati da telefonate e da richieste di show, i membri alla fine si sono resi conto che sarebbe stato difficile fare "macchina indietro" arrivati a quel punto. E, dopo aver accettato di tenere qualche esibizione, tra le quali una al Lollapalooza, riecco, praticamente per  caso, la ripresa delle attività. Ma con l'album a che punto siamo? Difficile che possa uscire quest'anno. "Se dovessimo dire 'facciamolo uscire in autunno', ci metterebbe addosso un sacco di pressione e ne andrebbe di mezzo la qualità", dice il chitarrista Thayil. In quanto alla possibilità di vederli in azione anche nel resto del mondo e non solamente in Nordamerica, la band sta assemblando una "wish list" di date internazionali.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi