Ritorna 'Jesus Christ superstar' con un Giuda d'eccezione

Dopo il grande successo riscosso l’anno scorso al Teatro Nuovo (un miliardo e mezzo di incassi), il 24 ottobre ritornerà sulla scena milanese il musical “Jesus Christ superstar” di Tim Rice e Andrew Lloyd Webber. Si tratta del quinto anno consecutivo di programmazione nella capitale lombarda, trasferito da quest’anno al Teatro Nazionale.
La sorpresa di questa stagione sarà la presenza ad ogni rapppresentazione di Carl Anderson nei panni di Giuda, che l’anno scorso preferì fare soltanto alcune apparizioni sporadiche: “Ero venuto in Italia senza alcun intenzione in particolare. Poi sono stato contattato da Massimo Piparo che mi ha parlato del suo progetto. Un tempo ho odiato il personaggio di Giuda, oggi lo vedo da una prospettiva diversa, più matura. Per questo ho accettato di ritornare in scena”, ha spiegato alla stampa lo stesso Anderson, “Resterò sicuramente fino a dicembre, poi tornerò a fare musica jazz in America”.
La versione che verrà proposta non si discosterà dalle precedenti, muovendosi in sostanziale coerenza con quella cinematografica di Norman Jewison (che però Lloyd Webber ha sempre criticato perché troppo rock). Unica eccezione sarà uno scambio di ruoli a sorpresa: l’attore/cantante americano ha promesso che una sera reciterà la parte di Gesù. Né lui, né il regista Piparo hanno però voluto dire come e quando succederà. Dopo la sosta a Milano la compagnia si sposterà a Torino (Teatro Colosseo dal 21 al 26 novembre), Forlì (dal 29 novembre al 2 dicembre) e Roma (al Teatro Olimpico dal 4 al 17 dicembre). Anderson ha ammesso di attendere con particolare emozione il ritorno a Roma: “L’ultima volta che siamo saliti in scena all’Olimpico è stato davanti al Papa. Credo che sia uno dei due eroi del Novecento: lui e Nelson Mandela”.

Music Biz Cafe, parla Andrea Micciché (NUOVOIMAIE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.