Chi è Blavatnik, il nuovo 'padrone' di Warner Music

Compirà 54 anni il prossimo 14 giugno il nuovo “padrone” di Warner Music, Leonid (“Len”) Valentinovich Blavatnik. Il titolare di Access Industries, che poche ore fa ha annunciato di avere firmato l’accordo per acquisire la major musicale, è nato a Mosca ma è di origini ebree e ucraine, si è trasferito negli Stati Uniti nel 1978 e oggi vive tra New York e Londra (negli esclusivi Kensington Palace Gardens). Conseguito un master in scienza computeristica presso la Columbia University di New York e un MBA ad Harvard si è lanciato negli affari, facendo fortuna in Russia dopo il crollo dell’Unione Sovietica e del regime comunista. La società di cui è fondatore e presidente dal 1986, Access Industries, detiene un ampio portafoglio di investimenti raggruppati in tre aree principali: chimica e risorse naturali, proprietà immobiliari, telecomunicazioni e media (inclusa, fino ad oggi, una partecipazione del 2 % in Warner Music). Blavatnik siede nel consiglio di amministrazione di TNK-BP, una delle maggiori società petrolifere russe, ma anche nel direttivo di diverse prestigiose istituzioni accademiche. E’ noto anche per le sue attività filantropiche, che ne fanno uno dei maggiori finanziatori di enti come il British Museum e la Tate Modern a Londra, il MOMA di New York e l’Università di Oxford.

    Compirà 54 anni il prossimo 14 giugno il nuovo “padrone” di Warner Music, Leonid (“Len”) Valentinovich Blavatnik. Il titolare di Access Industries, che poche ore fa ha annunciato di avere firmato l’accordo per acquisire la major musicale, è nato a Mosca ma è di origini ebree e ucraine, si è trasferito negli Stati Uniti nel 1978 e oggi vive tra New York e Londra (negli esclusivi Kensington Palace Gardens). Conseguito un master in scienza computeristica presso la Columbia University di New York e un MBA ad Harvard si è lanciato negli affari, facendo fortuna in Russia dopo il crollo dell’Unione Sovietica e del regime comunista. La società di cui è fondatore e presidente dal 1986, Access Industries, detiene un ampio portafoglio di investimenti raggruppati in tre aree principali: chimica e risorse naturali, proprietà immobiliari, telecomunicazioni e media (inclusa, fino ad oggi, una partecipazione del 2 % in Warner Music). Blavatnik siede nel consiglio di amministrazione di TNK-BP, una delle maggiori società petrolifere russe, ma anche nel direttivo di diverse prestigiose istituzioni accademiche. E’ noto anche per le sue attività filantropiche, che ne fanno uno dei maggiori finanziatori di enti come il British Museum e la Tate Modern a Londra, il MOMA di New York e l’Università di Oxford.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.