'Rich list' del Sunday Times, ecco chi guadagna di più

'Rich list' del Sunday Times, ecco chi guadagna di più

Puntuale anche quest'anno è arrivata la "Rich list" del "Sunday Times", stilata dai giornalisti economici del domenicale del "Times" di Londra. Per quanto riguarda la "Music rich list", che sarà contenuta nell'edizione cartacea che sarà nelle edicole domenica 8 maggio, sorprese grandissime non ve ne sono; salta comunque all'occhio il balzo in Top 10 di Simon Cowell, boss di "X Factor" e dell'azienda Syco che controlla Susan Boyle e Leona Lewis. Cowell, secondo le stime redazionali, potrebbe contare su un capitale composto da 200 milioni di sterline (227 milioni di euro). Molto, ma comunque 175 milioni di sterline dietro al suo "vecchio" amico e rivale Simon Fuller, 50enne di Hastings che fu manager delle Spice Girls e ora dirige la holding XIX Entertainment. I due personaggi, anche messi insieme, non arrivano però neppure lontanamente al capitale rastrellato dal primo della lista. Si tratta di Clive Calder, il cui nome non dice forse molto ai più; businessman britannico nato in Sudafrica nel '46, dirigente discografico, fondatore del Zomba Group e dell'etichetta Jive Records, Calder avrebbe 1 miliardo e 300 milioni di sterline (1 miliardo e 477 milioni di euro). Distante ma non disprezzabile il posizionamento di Paul McCartney, che chiude l'anno con 495 milioni di sterline (565 milioni di euro)

I "Top ten music millionaires" secondo la "Sunday Times Rich List 2011":

1. Clive Calder - £1,300m

2. Lord Lloyd-Webber - £680m

3. Sir Cameron Mackintosh - £675m

4. Sir Paul McCartney - £495m

5. Simon Fuller - £375m

6. Simon Cowell - £200m

7. Sir Elton John - £195m

8. Sir Mick Jagger - £190m

9. Sting - £180m

10. Keith Richards - £175m

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.