Hugh Laurie, con 'Let them talk' il Dr. House si dà al blues

Hugh Laurie, con 'Let them talk' il Dr. House si dà al blues

Guai a chiamarlo il Dottor House delle dodici battute: "Gli attori mettono sù una maschera, i musicisti la tolgono. Amo il personaggio di House, ma questo è più vicino a quello che sono", ha detto Hugh Laurie a Londra, ieri, nel corso della presentazione del suo album di debutto, "Let them talk", prodotto da Joe Henry, pubblicato dalla Warner Bothers e impreziosito dalla collaborazione di ospiti celebri come Tom Jones, Dr.

John e Irma Thomas. "Ho trascorso anni a nascondermi dietro un personaggio e sono pentito di non aver fatto questo vent'anni fa", ha detto l'attore: "Per me questa è la vera musica, la amo in maniera davvero autentica". In scaletta, infatti, figurano classici come "St. James infirmary", "Swanee river" e "After you've gone", veri e propri pilastri della musica del Delta: "Da bambino studiavo piano con una certa signora Hare, che mi faceva fare solo ninna nanne francesi, ma nel libro di musica c'erano anche brani come questi, e io sognavo di suonarli". Di certo, Laurie non considera questo suo debutto come un semplice divertissement: ""Se non sembra troppo avido, mi piacerebbe continuare a fare sia House, che a suonare. Ma House a un certo punto dovrà finire, mentre la musica non finisce mai", ha ribadito lui, lasciando intendere che il suo prossimo tour - molto più esteso di quello meramente promozionale che fino ad oggi l'ha portato solo quattro volte a calcare le assi di un palco - potrebbe toccare anche l'Italia.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.