Sfortuna più jella: la settimana nerissima dei 28 Days

Difficile pensare ad una settimana più jellata di quella recentemente occorsa agli australiani 28 Days. Poco prima di lasciare Melbourne per alcune date inglesi, il chitarrista Simon si è rotto una mano in quattro punti mentre cercava d'introdursi furtivamente (non sappiamo perché) in casa del bassista Damo. Ma questo è niente. Il suo rimpiazzo, Jason, poco prima dell'esibizione al Camden Underworld di Londra, si è infatti fratturato un piede mentre mostrava al resto del gruppo quanto fosse bravo nelle arti marziali. La band, poco superstiziosa, è andata ugualmente in scena. E, durante il secondo brano, è mancata l'energia elettrica. Terminato lo show in qualche modo, gli australiani sono tornati in camerino. E qui hanno scoperto che qualcuno aveva rubato la loro preziosa videocamera, contenente la cassetta che documentava il loro primo viaggio in Inghilterra.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.