Syria, 'Scrivere al futuro': 'Torno al pop senza rimpianti, amo cambiare'

Syria, 'Scrivere al futuro': 'Torno al pop senza rimpianti, amo cambiare'

E' una Syria consapevole e concreta quella che si presenta all'incontro con la stampa negli uffici della Sony Music: "Quest'anno festeggio quindici anni di carriera, il mio bilancio non può che essere positivo anche se ci sono alcune cose che avrei potuto fare, magari diversamente, ma è inutile pensarci ora", spiega la cantante. "Negli ultimi anni mi sono dedicata a molti progetti: ho realizzato un disco di cover indie, ho fatto teatro con Paolo Rossi e Francesco Paolantoni, ho pubblicato un Ep di musica elettronica sotto il nome di Airys, ho condotto un programma televisivo per bambini… insomma, ho fatto tutto quello che mi piaceva e che mi incuriosiva ed è come se fosse arrivato il momento di tornare a fare un album pop. Certo a volte mi chiedo se con tutti questi progetti non porto il mio pubblico a un po' di confusione, ma in realtà è una questione di continua ricerca, un mio modo versatile di interpretare la musica. Credo che ormai i miei fan si siano abituati".
"Scrivere al futuro", è questo il titolo del nuovo disco di inediti di Syria al quale hanno collaborato Dario Moroldo (cantante degli Amari) e il produttore e musicista Sergio Maggioni (entrambi già al lavoro con lei in passato): "Lavorare con loro è stato illuminate. Con Dario abbiamo passato un'intera estate insieme ed è normale che si sia avvicinato alla mia idea del disco e che mi abbia proposto dei testi si sono adattati alla mia persona. In questo album ci sono molte influenze musicali, per realizzarlo ho spaziato molti generi musicali prendendo spunto soprattutto dalla musica nordica, come quella degli HelloGoodBye ma anche di altri gruppi dei quali non mi ricordo il nome, forse perché è lo stile la loro caratteristica principale. Con i mie collaboratori ci siamo trovati molto in sintonia a tal punto che l'idea di tornare a lavorare con un produttore diverso mi fa quasi storcere il naso, come non fossi più abituata. Sergio è un musicista molto versatile, ha lavorato anche con Max Pezzali, mentre trovo la scrittura di Dario molto interessante. Anche lui ama il Battisti di una volta, quello che piace anche a me. Con questo non voglio minimamente paragonarci a nessuno, ma trovo in queste canzoni la stessa eleganza e la stessa raffinatezza che c'era allora nelle canzoni".



Syria spiega quali sono i significati nascosti dietro al titolo del disco, anticipato in radio dal primo singolo estratto "Sbalzo di colore", brano presentato all'ultima edizione del Festival di Sanremo ("Sono tre anni che provo a partecipare al Festival, prima o poi ci riuscirò. Artisticamente, ho cominciato da lì"): "La frase 'scrivere al futuro' per me ha diversi significati. Uno è senza dubbio quello di pensare a un modo di comunicare con le persona che amo, lasciare a loro qualcosa di tangibile per gli anni che verranno. Penso a mia madre che scrive tutti i giorni un diario e penso a mia figlia Alice, nove anni di bambina che ancora, per il fatto di avere una mamma ancora molto ragazzina, vive in un mondo un po' ovattato. Con lei faccio dei gran discorsi, dialoghiamo molto e questo è fondamentale. Penso ad un modo per continuare a parlarle anche in futuro, quando non mi ascolterà più così facilmente. Una sorta di regole scritte che non so se verranno seguire, ma almeno so che ci sono. Certo se penso al futuro un po' di paura mi viene. Ci sono grandi momenti di gioia ma anche grandi momenti in cui mi devo rifugiare in progetti paralleli per sfuggire dall'esposizione mediatica alla quale a volte sono sottoposta. Questi progetti per esempio riguardano Paolo Rossi, con il quale mi sono sentita ultimamente al telefono. Con lui sto pensando di portare in teatro uno spettacolo centrato sulla figura di Gabriella Ferri, un percorso per riscoprire la grande artista che era attraverso i suoi brani e monologhi presi dal suo diario personale. Paolo seguirebbe la regia e io farei da narratrice, ma è ancora tutto in sospeso". Syria conclude la conferenza parlando del tour, seguito da Live Nation, che partirà a metà giugno e durante il quale riproporrà i brani del passato rivisitati e le canzoni del nuovo disco: "Quello che viene viene. Non sono mai stata una da scalare le classifiche di vendite", discorso al quale si aggancia il discorso X Factor: "Alcuni dei ragazzi che escono dai talent sono veramente eccezionali. Penso a Noemi per la quale ho un'ammirazione infinita, ma poi mi vengono in mente anche quelli di Amici che hanno vinto Sanremo. Certo è una grande vetrina quella del talent, a volte mi piace pensare a cosa sarebbe stato di me se quindici anni fa avessi avuto la loro esplosione mediatica, ma poi penso che sono contenta così. A X Factor mi avevano proposto di fare il giudice nella prima edizione e anche l'anno scorso, anche se ho scoperto in rete che ero in ballottaggio con Anna Tatangelo. Si vede che avevano bisogno di una persona più popolare di me", chiude senza malizia la cantante. "Ho sempre bisogno di cambiare e credo che questo sia fondamentale. Certo negli anni ho pensato anche di scrivere canzoni mie, ma perché farlo quando hai degli ottimi autori che lavorano con te? Forse non mi interessa poi così tanto, forse preferisco essere una brava interprete".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.