Download a pagamento, è il momento di BMG

Dopo Universal, Sony ed EMI, anche BMG (da martedì 10 ottobre) ha cominciato a vendere in rete singoli e album sotto forma di download digitali. L’offerta iniziale della casa tedesca, disponibile presso il “music shop” on-line di Lycos, consiste di 100 titoli di artisti come Santana, Whitney Houston, Toni Braxton e Christina Aguilera: il prezzo dei singoli da scaricare oscilla tra i 2 e i 3 dollari e mezzo, quello degli album tra i 10 e i 15 dollari, mentre quello degli album doppi è fissato a 21 dollari. BMG ha in programma di portare a 2.500 il numero totale di album e singoli commercializzati in forma di download digitali entro la fine dell’anno e di allargare la disponibilità del catalogo ai negozi virtuali di ARTISTdirect, GetMusic, RollingStone.com, TWEC.com e Check Out.com. Il catalogo stesso potrà essere scaricato e acquistato anche presso i punti vendita tradizionali delle catene Tower Records, Musicland Group and Wherehouse Music, anche se mancano ancora dettagli sul software e le modalità di funzionamento di questa opzione di acquisto che combina distribuzione tradizionale ed elettronica. La casa discografica ha comunque spiegato di avere implementato un sistema di pagamento unico e decisamente “user-friendly” per entrambe le modalità di acquisto e ha anche annunciato di volere introdurre servizi di distribuzione musicale in abbonamento e “peer-to-peer” (del tipo cioè di quelli forniti da Napster) entro i prossimi sei mesi. Intanto però piovono le prime critiche sulla politica di prezzi decisa da BMG per i downlodad, e allineata su quella in vigore nel retail tradizionale. “Considerando che non si possono scaricare le copertine dei dischi e i libretti dei CD, è difficile immaginare che i consumatori vogliano pagare un prezzo simile”, ha detto Aram Sinnerich, un analista di Jupiter Communications.
Music Biz Cafe Summer: le collecting e l'emergenza Covid
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.