Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 27/04/2011

Amazon, i costi dello sviluppo deprimono i risultati di breve periodo

Amazon, i costi dello sviluppo deprimono i risultati di breve periodo

La crescita progressiva del volume d’affari e gli investimenti connessi allo sviluppo e alla diversificazione dei servizi offerti dalla società  (non ultima la discussa iniziativa nel campo del cloud computing, con il lancio del servizio Cloud Drive) hanno avuto un risvolto negativo per Amazon, incidendo pesantemente sui suoi risultati di breve periodo. I dati appena diffusi dalla società di Seattle relativamente all’ultimo trimestre registrano infatti una crescita vigorosa (e superiore alle previsioni degli analisti) in termini di fatturato, + 38 per cento, a 9,86 miliardi di dollari; nel frattempo, però, i costi legati allo sviluppo tecnologico e all’ampliamento dello “storage” (fisico e virtuale) hanno causato una riduzione del 33 per cento in termini di profitti netti, 201 milioni di dollari contro i 299 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso (44 centesimi per azione contro 66 centesimi: al di sotto delle aspettative di Wall Street). 

“Stiamo sperimentando una fortissima crescita e proprio per questo motivo dobbiamo investire molto in capacità”, ha sostenuto il responsabile finanziario di Amazon Thomas Szkutak, aggiungendo che sul fatturato internazionale del colosso del commercio elettronico hanno influito negativamente gli effetti del terremoto e dello tsunami in Giappone.

Gli investitori sembrano dare credito alla sua versione dei fatti, dal momento che dopo avere reagito negativamente alla pubblicazione del report hanno fatto risalire leggermente la quotazione del titolo azionario (ora assestato a 179,25 dollari): il piano strategico di Jeff Bezos, in altre parole, sembra raccogliere consenso tra gli operatori di Borsa americani.