Kate Bush potrebbe andare in tour per la prima volta dal 1979

Kate Bush potrebbe andare in tour per la prima volta dal 1979

Kate Bush effettuò un tour di sei settimane nel 1979 e poi salutò la vita "on the road". Da allora la 52enne britannica del Kent di tour non ne ha fatti proprio più, riducendo peraltro al minimo pure il contorno: rari i dischi, rarissime le interviste. Tra le varie teorie che si sono avvicendate nel corso degli anni per cercare di spiegare la sua refrattarietà al circuito live, l'ipotesi della paura di volare e lo choc, subìto durante un concerto, per la morte del suo lighting director Bill Duffield. Ora un vago segnale di possibile cambiamento. Concesso un più che raro incontro con il mensile musicale britannico "Mojo", Kate, che sta per lanciare "Director's cut", il suo album che contiene nuove ed attuali versioni di pezzi tratti da "The sensual world" del 1989 e da "The red shoes" del 1993, ha detto: "Andare in tour fu godibilissimo, ma fisicamente mi distrusse. Ancora adesso non rinuncio alla speranza di poter fare del lavoro dal vivo, ma sicuramente in questo momento non se ne parla perché non so come una cosa simile potrebbe rapportarsi alla mia vita di adesso. Forse un giorno farò dei concerti. Mi piace pensare che tornerò sul palco prima che diventi antica e mi tocchi andare un scena con le stampelle. Vediamo, eh?". "Director's cut", che sarà pubblicato il prossimo 16 maggio, si apre sulle note di "Flower of the mountain", una reinterpretazione di "This sensual world"; la Bush ha dato una mano di vernice anche al testo, includendo un passaggio dal monumentale "Ulisse" di James Joyce. Tre canzoni sono state completamente rifatte, mentre tutti i pezzi vedono nuove registrazioni delle parti vocali e di batteria. Il tracklisting:
'Flower of the mountain' (ex 'This Sensual World')
'The song of Solomon'
'Deeper understanding'
'Lily'
'The red shoes'
'This woman's work'
'Moments of pleasure'
'Never be mine'
'Top of the city'
'And so is love'
'Rubberband girl'.
Nell'ultimo quarto di secolo la Bush, scoperta da David Gilmour dei Pink Floyd, ha pubblicato tre soli album dei quali l'ultimo è "Aerial" del 2005.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.