Trovato un accordo nella causa per la morte di John Denver

L'agenzia Reuters riporta che gli eredi di John Denver hanno raggiunto un accordo nella causa per omicidio colposo intentata dopo che l’aereo del cantante era precipitato per un difetto ad una valvola del carburante. L’incidente, avvenuto nell’ottobre 1997, aveva posto fine alla carriera ed alla vita di uno dei nomi più noti della country-music. Denver, che allora aveva 53 anni, cadde con il suo Long-EZ nell’oceano pacifico al largo di Monterey, California il 12 ottobre 1997.
Jim Roop, portavoce della Gould Electronics, una delle aziende coinvolte nella causa, ha annunciato il raggiungimento dell’accordo, rifiutandosi però di rivelarne i dettagli. Unica parte dell’intesa resa nota è la non responsabilità diretta dell’azienda, citata in giudizio perché aveva prodotto alcuni parti dell’aereo tramite una divisione in seguito venduta. Ad intentare la causa erano stati i tre figli di Denver e sua moglie, Erma Deutschendorf.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.